fbpx

Varese, che disastro. La Sutor fa l’impresa ed espugna Masnago 75-69

varese vs montegranaro-25 La Cimberio raccoglie l’ennesima sconfitta (la terza di fila), questa volta arrivata per mano degli uomini di Recalcati, che compiono un passo enorme per raggiungere la salvezza.

 

In un PalaWhirpool colmo di oltre 4000 spettatori, Banks e compagni sono sembrati per oltre 30’ minuti i padroni indiscussi di un match fino a quel momento dominato, per poi soccombere negli ultimi 5 minuti sotto i prepotenti colpi di Lauwers, Skeen e Cinciarini. Montegranaro, grazie alla vittoria ottenuta stasera, può ulteriolmente allontanarsi dal fanalino di coda Pesaro; Varese, da parte sua, si avvicina pericolosamente alla zona retrocessione, ora a soli due punti di distanza.

LA CRONACA

L’inzio è in sordina per entrambe le squadre: ad uscirne benissimo è però la Cimberio che, guidata da un grandissimo De Nicolao, prende il largo (14-6 dopo 5’). Montegranaro non reagisce e allora è ancora Varese a premere sull’accelleratore con due triple del play biancorosso e poi con Scekic e Sakota, che fissano infine il punteggio al 10’ sul 23-10.

Il buon momento di Varese va avanti anche nel secondovarese vs montegranaro-27 quarto grazie soprattutto all’apporto di Rush, che in pochi minuti infarcisce le proprie statistiche di una palla rubata, un rimbalzo e due canestri. La Cimberio macina gioco a dispetto di una Sutor invisibile fino al 30-13 del 5’: a quel punto gli ospiti, guidati da un ispirato Skeen (migliore tra i suoi) infilano un parziale di 8-0 che permette loro di andare al riposo lungo sotto di sole sei lunghezze (40-34).

Varese riparte fortissimo con Banks che colleziona 5 punti in un minuto, a coadiuvarlo arrivano poi i punti di Scekic. La Sutor, finalmente, si risveglia dal sonno profondo dei primi 20’ e grazie all’apporto dei vari Skeen e Cinciarini si riporta prepotentemente a due lunghezze di distacco, facendo presagire così ai tifosi presenti un finale di fuoco.

Predizione che, puntualmente, si avvera: l’ultimo quarto è un batti e ribatti tra le due formazioni tra cui per 10’ regna l’equilibrio. I vari Sakic, Mazzola e Campani regalano alla Sutor il primo vantaggio di serata, subito cancellato dalla triple di Ere e Banks. Ma a quel punto per Varese, che ha perso lo smalto di inizio partita, è già troppo tardi: la Sutor ritrova nuovamente il vantaggio grazie alle triple di Lauwers e gestisce perfettamente l’infuocatissimo minuto di gioco. Finisce tra i fischi del pubblico del PalaWhirpool nei confronti della squadra e di Bizzozi, tormentata sempre più dal fantasma retrocessione.

 

CIMBERIO VARESE-SUTOR MONTEGRANARO: 69-75

Cimberio Varese: Scekic 5, Sakota 8, Rush 5, Clark 2, Banks 11, De Nicolao 13, Testa ne, Johnson 9, Balanzoni ne, Mei, Ere 5, Polonara 11. All. Bizzozi.

Sutor Montegranaro: Cinciarini 15, Sakic 6, Tessitore, Rossi ne, Lauwers 16, Kudlacek 5, Campani 6, Mazzola 11, Mitrovic 5, Piunti ne, Skeen 11. All. Recalcati.

Progressivi: 23-10; 40-34; 54-52; 69-75.

Note: T3: 9/20 Varese, 6/24 Montegranaro; T2: 18/37 Varese, 17/37 Montegranaro; TL: 6/12 Varese, 23/30 Montegranaro; Rimbalzi: 28 Varese (De Nicolao, Johnson 5), 43 Montegranaro (Mazzola 10); Assist: 13 Varese (Banks 5), 8 Montegranaro (Cinciarini 4).

Niccolò Coscia (@Nick_Coscia)

Foto di Mattia Ozbot

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *