Home Serie A Varese, addio playoff. Siena espugna il PalaWhirpool dopo un supplementare

Varese, addio playoff. Siena espugna il PalaWhirpool dopo un supplementare

0

vares-24Non sono bastati i 40’ regolamentari per decidere il vincitore tra Varese e Siena: alla fine, si sono imposti 80-71 dopo un tempo supplementare. 

IL PUBBLICO

Il sole di maggio e l’improbabile orario non aiutano il PalaWhirpool a riempirsi come nelle precedenti uscite. Per la sfida contro Siena, che potrebbe rivelarsi fondamentale in ottica playoff almeno per la Cimberio, il pubblico, memore degli scontri dell’anno scorso, è caldissimo e fischia pesantemente gli uomini di Crespi.

IL COMMENTO

Partenza con il turbo per entrambe le formazioni che, nonostante le difese aggressive, segnano con regolarità. Ad uscirne meglio è Siena che, complice alcune perse sanguinose della Cimberio e una migliore percentuale al tiro (40%), piazza un primo break (11-7). Un paio di rubate di De Nicolao girano però l’inerzia del match: segue un parziale di 10-0 firmato dall’asse Polonara-Johnson che obbliga Crespi al timeout. Al primo mini intervallo è la Cimberio a comandare, 17-16. Nel secondo quarto Varese alza nettamente la percentuale al tiro (oltre il 60%) e tocca il massimo vantaggio (25-16 dopo 3’). Sugli spalti, intanto, l’atmosfera si scalda sensibilmente a causa di alcuni fischi non particolarmente graditi al pubblico biancorosso e la partita si fa di conseguenza più tesa: ad approfittarne è la Montepaschi che, guidata da Hunter (12 punti più 8 rimbalzi nel solo primo tempo), rientra in partita e fissa il punteggio sul 28-33.

Nel terzo quarto la Cimberio riparte con la faccia giusta e, guidata dai punti di Ebi Ere, fino a quel momento invisibile, tocca subito il più 9. Siena ci prova, ma non riesce a riavvicinarsi nel punteggio: Varese, guidata dal duo Banks-Johnson, è molto più precisa al tiro rispetto agli avversari. A copovolgere l’inerzia è però un fallo tecnico affibiato allo stesso Johnson: pronti-via, con un parziale di 8-3 Siena rientra in partita (48-45 per Varese al 30’). Il quarto periodo si apre letteralmente con uno scontro tra l’arbitro Paternicò e Adrian Banks, il quale è costretto ad uscire dal campo dopo essere rimasto disteso alcuni minuti. Si riprende quindi con soli due arbitri in campo e senza Banks: la Cimberio accusa l’assenza del suo leader subendo il ritorno della MPS, che impatta sul 50-50 a 7’ dalla sirena. Haynes non sbaglia più un colpo, la Cimberio prova a contenere gli avversari con De Nicolao ma la Mens Sana opera comunque il sorpasso (59-58 a 3’ dal termine). Il finale è tesissimo e viaggia sull’onda dell’equilibrio: Siena ha la palla della vittoria a 6 secondi dal termine ma il tiro di Haynes si infrange sul ferro. È supplementare. Nell’overtime la Mensana riparte fortissimo mentre Varese subisce passivamemente. I vari Hunter e Haynes fanno piazza pulita e Siena si impone 80-71, escludendo così matematicamente la Cimberio dai playoff.