Una Roma in emergenza sfida una Varese alla ricerca della vittoria perduta

Acea Roma, Bobby Jones in lunetta

Per la sesta giornata di ritorno della Beko Serie A si affronteranno al PalaWhirpool di Varese (domenica, ore 17) i padroni di casa della Openjobmetis e l’Acea Virtus Roma. Sfida tra squadre non in grande forma con i lombardi penultimi con 12 punti, a pari merito con Pesaro e a +5 su Caserta ultima e con i capitoilini solo due punti più su a quota 14.

QUI VARESE – Situazione da “lavori in corso” in casa Varese. Risale infatti a poche settimane fa (24 febbraio) l’esonero di coach Pozzecco che ha lasciato i posto al veterano Attilio Caja. Nella gara d’esordio per l’ex (tra le altre) allenatore di Milano e proprio Roma è arrivata la sconfitta sul campo di Trento, sconfitta che ha sancito l’ottavo stop nelle ultime 9 partite. Per invertire la rotta la dirigenza non ha lesinato interventi sul mercato. Ad arricchire il roster sono infatti arrivati i vari Okoye, Eyenga, Jefferson, Letho e Maynor che hanno dato l’opportunità a pilastri come Kangur e Diawara di recuperare dai rispettivi infortuni e, in generale, di rivoluzionare una squadra in profonda crisi di risultati e che non vince dall’ultima del girone di andata quando si impose sul campo di Avellino.

QUI ROMA – La Virtus è reduce dalla sconfitta (netta) in casa del Banvit (71-55) nell’andata degli ottavi di finale di Eurocup dello scorso mercoledì. Non va meglio in campionato dove le sconfitte sono 4 nelle ultime 5 partite (unica vittoria contro Capo d’Orlando). Proprio gli ultimi due stop consecutivi (a Sassari e contro Pesaro) hanno probabilmente costretto la Virtus a dire addio alle ambizioni playoff (oggi a -6). Con Triche ormai fuori gioco e con ancora out Gibson, serviranno energia e aggressività, almeno stando alle parole di coach Dalmonte rilasciate nell’immediato pre-partita: “Offensivamente ci dobbiamo aspettare una grande aggressività da parte di Varese per sfruttare il fattore casalingo, l’atletismo che caratterizza più di un giocatore e la filosofia di Caja. Per limitare questa aggressività difensiva servirà un’esecuzione offensiva attenta e curata e una lettura tattica intelligente da parte del nostro attacco.Difensivamente sarà determinante l’elasticità di tutti nell’alternarsi contro differenti giocatori: intendo dire che contro 3 ali intercambiabili tra loro come Diawara, Kangur ed Eyenga e un “5” più perimetrale che interno, Callahan dalla panchina, tutti dovremmo essere disposti a distribuirci responsabilità individuali”.
Da segnalare in casa Roma la 150esima partita in A di Bobby Jones.

Arbitreranno l’incontro i signori Tolga Sahin (Messina), Dino Seghetti (Livorno), Denis Quarta (Rivalta di Torino, TO).

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *