fbpx

Una Brindisi incerottata ospita la Vanoli alla ricerca del primo Urrà! Il prepartita

Delroy jamesPer la terza giornata di LegaA, il PalaPentassuglia di Brindisi sarà teatro del match tra Enel Basket Brindisi e Vanoli Cremona. I pugliesi, nei primi due turni, hanno raccolto una vittoria di prestigio contro Milano mentre i ragazzi di coach Gresta hanno registrato due sconfitte: la prima in casa di Siena, campione di Italia, e poi in casa contro la Virtus Bologna dopo un overtime.

Anche nella passata stagione le due squadre si affrontarono alla terza giornata con i pugliesi che si imposero davanti al pubblico amico con il punteggio di 78-69 trascinati da un Super Jonathan Gibson. Ex di turno saranno Matteo Formenti, attualmente a Brindisi, e Klaudio Ndoja ex capitano dei pugliesi nelle scorse due stagioni. 

Nel lontano 1997 coach Gigio Gresta fu vice di coach Bucchi in quel di Rimini nel campionato di Lega2.

Brindisi arriva a domenica dopo una settimana molto travagliata che partiva già con la notizia dell’infortunio di Zerini che è stato già costretto a saltare la partita contro Roma. Bucchi ha dovuto fare i conti anche con le scavigliate di Todic e Snaer e una botta alla schiena che ha messo fuori causa capitan Bullo.
Sponda Cremona, in settimana ha tenuto banco la situazione di Brian Chase uscito acciaccato già nel primo tempo della partita, poi persa, contro la Virtus Bologna.

Chi sarà della partita? A sensazione coach Gigio Gresta dovrebbe recuperare Brian Chase mentre Piero Bucchi potrebbe contare sicuramente su Miro Todic e sul Bullo. Meno probabile l’utilizzo di Snaer e non impossibile il ritorno di Zero che in settimana ha bruciato le tappe del recupero dalla parziale lesione del corno posteriore menisco mediale sinistro.

Che partita sarà? Da una parte Brindisi vorrà mantenere il fattore campo dopo la brutta prestazione in quel di Bologna contro la Virtus Roma che ha registrato qualche passo indietro dopo l’ottimo esordio contro l’Olimpia Milano.
Cremona invece è ancora alla ricerca della prima W stagionale e un avversario incerottato è di certo alla portata per una squadra che contro le Vnere ha lasciato intravedere tutto il suo talento.

Brindisi è capace di offrire grande intensità difensiva per 40 minuti ma i meccanismi di attacco non funzionano alla perfezione e basteranno pochi granelli di sabbia marchiati Vanoli per mandare all’aria gli schemi offensivi dei padroni di casa.
Il pubblico brindisino è chiamato a vestire i panni del sesto uomo e il caldo PalaPentassuglia domani potrebbe essere un fattore determinante.

Klaudio Ndoja Vanoli CremonaCremona è squadra tosta, dotata di molto talento sugli esterni con la batteria di guardia composta dal play Ben Woodside capace di innescare tutti i suoi compagni a partire da Jason Rich a Jarrius Jackson, dall’ala Ernest Kalve a il centro Curtis Kelly.
Dalla panca si alzeranno Brian Chase, l’ex di turno Kaludio Ndoja (che potrebbe partire anche in quintetto) e il lungo Sime Spralja molto pericoloso sia nel pitturato che nel tiro da fuori.

Bucchi invece dovrebbe partire con Dyson, Lewis, Snaer, James e Aminu. Con Snaer in forse potrebbe partire titolare Folarin Campbell. Dalla panca brindisina si alzeranno anche Bulleri, Formenti e Todic.

Le prime due giornate hanno sottolineato un’incapacità di Brindisi a punire dalla distanza e per questo Cremona potrebbe scegliere di sfidare i padroni di casa a prendersi molti tiri da dietro l’arco.
La Vanoli cercherà di rallentare i ritmi e non far correre gli avversari mentre Bucchi punterà molto sull’intensità difensiva dei suoi.

Occhi puntati su Delroy James da una parte e Jason Rich dall’altra.

La terna arbitrale sarà composta da Aronne, Caiazza e Sahin. Palla a due alle ore 18:15 di domenica.

Antonio Magrì
BasketItaly – riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *