Home Serie A Umana-Grissin Bon in countdown: Tonut decisivo, Lavrinovic non altrettanto

Umana-Grissin Bon in countdown: Tonut decisivo, Lavrinovic non altrettanto

0

Reyer - Reggio: Umana Reyer

Venezia supera Reggio Emilia per 87-83 al termine di 40′ di battaglia e si mantiene a due punti dalla capolista Pistoia, mentre per gli emiliani continua il periodo negativo iniziato una settimana fa a Cremona e proseguito martedì in coppa a Gran Canaria. Riviviamo il match del Taliercio attraverso il nostro consueto COUNTDOWN!

10 il voto a coach RecalcatiCharlie sfoggia tutta la sua esperienza, dando fiducia a Tonut nei momenti chiave del match; Venezia controlla bene la Grissin Bon in difesa, seguendo gli ottimi schemi disegnati dal tecnico meneghino.

9 i punti di Stefano Tonut nell’ultimo quarto. L’ex Trieste, conteso in estate anche da Reggio Emilia, si accende nel concitato finale e con i suoi canestri trascina la Reyer ad una vittoria che sa di rivincita dopo l’appassionante sifda nella semifinale playoff dello scorso giugno.

8 i rimbalzi di Darjus Lavrinovic. A distanza di cinque mesi rimane ancora un’incognita per la difesa dei lagunari: inizia sbagliando qualche canestro non da lui ma con il passare dei minuti trascina la Grissin Bon a un passo dalla vittoria con i suoi 20 punti. 

7 i falli guadagnati da Pietro Aradori. Ex fischiatissimo dal Taliercio, parte con il freno a mano tirato ma nel terzo quarto infila 9 punti che sembrano dare il largo alla Reggiana, peccato però quei liberi di troppo sbagliati nel finale.

6 il plus/minus di Tomas Ress. Il capitano orogranata, nonostante il problema alla spalla che ne ha limitato l’utilizzo nelle ultime settimane, riesce a mettere la sua impronta sulla partita con 6 punti in appena 11 minuti di utilizzo.

Reyer - Reggio: Darjus Lavronovic schiacciata

5 gli assist di Stefano Gentile. Il play ex Cantù si fa preferire a De Nicolao per la maggior presenza in attacco (12 punti) e per i servizi ai compagni in 24 minuti di utlizzo.

4 le palle perse da Michael Bramos. L’ala piccola americana naturalizzata greca perde molti palloni, un po’ come tutta la Reyer (20), ma salva la sua prestazione con 11 punti in 25 minuti.

3 le sconfitte consecutive della Grissin Bon fra campionato e coppa. Dopo la debacle di Cremona e la sconfitta in volata di Gran Canaria i reggiani tornano con la testa china anche da Venezia; mercoledì saranno impegnati nella difficile trasferta di Brindisi e domenica li attende Trento al PalaBigi: il tour de force continua.

2 le triple di Rimantas Kaukenas: il capitano emiliano torna a calcare il parquet in campionato dopo un mese di stop forzato, ma la sua intelligenza tattica e leadership non bastano al team di Menetti per vincere la partita.

1 la stoppata subita da Hrvoje Peric. Il croato, solitamente protagonista quando di fronte vede le maglie biancorosse, gioca una partita anonima lasciando onore e gloria ai propri compagni.

0 le triple messe a segno da Achille Polonara. Bene in difesa, ma 4 punti in 28 minuti sono davvero poca cosa per uno come lui che ha abituato a ben altri livelli di rendimento.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata