Home Serie A Udanoh approda a Trieste

Udanoh approda a Trieste

0

Allianz Pallacanestro Trieste conclude l’accordo con Ike Joseph Udanoh. Il lungo statunitense, dopo una straordinaria stagione con le maglie di Cantù e Avellino, era approdato in laguna, dove aveva trovato poco spazio nel roster di coach Walter De Raffaele.

La società biancorossa ufficializza il secondo nuovo inserimento, dopo quello del lettone Grazulis

Dal Michigan a Trieste, passando per Uruguay, Emirati Arabi, Austria, Finlandia, Francia, Kazakistan e tanta Italia, una carriera di esperienze a disposizione di coach Dalmasson: è quella di Ike Joseph Udanoh, da oggi nuovo giocatore dell’Allianz Pallacanestro Trieste.

“Quella di poter avere Ike Udanoh tra le fila della nostra squadra – ha dichiarato Mario Ghiacci – è un’occasione che non potevamo lasciarci scappare. È un giocatore con un curriculum importante che con la sua fisicità può essere decisivo nel pitturato. In più non è un centro classico, può giocare benissimo anche da ala forte. Si incastra perfettamente nella squadra che abbiamo immaginato e che stiamo cercando di costruire”. 

Udanoh è statunitense naturalizzato nigeriano, nato a Detroit il 2 agosto del 1989: 202 centimetri per 107 chili, ha iniziato la sua carriera da professionista nel 2012 con il Larre Borgesin Uruguay, dopo aver frequentato il college di Wayne State.

Approda nel 2016 in Italia, precisamente a Ferrara e poi a Mantova, formazione con cui disputa i playoff.
Nel 2016/2017 è in Francia a Toulon, per poi passare l’anno successivo al BK Astana, in Kazakistan: dal 2018/2019 torna in Italia, a Cantù, per poi vestire i colori di Avellino dove ha fatto registrare cifre importanti nei playoff, con 12.6 punti e 8.4 rimbalzi di media.
Nell’ultimo anno, con la maglia dell’Umana Reyer Venezia, ha suddiviso il suo impegno fra Coppa e Campionato.

“Ike è un giocatore di spessore – ha aggiunto coach Dalmasson – la sua aggressività e il suo atletismo compensano i centimetri di differenza rispetto ai diretti avversari nel ruolo di 5. È in grado di giocare sia da centro che da ala forte, il che lo rende un giocatore dinamico, eclettico, una pedina importante nella squadra che vogliamo costruire”. 

Foto: ufficio stampa Allianz Pallacanestro Trieste