Home Serie A Troppa Reggio Emilia per Avellino: i numeri della sfida in countdown!

Troppa Reggio Emilia per Avellino: i numeri della sfida in countdown!

0

andrea cinciarini, reggio emilia, riccardo cervi

Reggio Emilia nel 21º turno di campionato supera Avellino per 96-72 e torna al terzo posto in classifica, in attesa del posticipo di Sassari, mentre gli irpini non riescono a smuovere una classifica che li vede impantanati nelle zone basse da oramai diverso tempo. Al PalaBigi si è assistito ad un match a senso unico, dominato in lungo e in largo dalla Grissin Bon. Riviviamo la gara con il nostro consueto COUNTDOWN.

 

10 come gli assist di Andrea Cinciarini nel primo tempo: il “capobranco” emiliano ci teneva in modo particolare a riscattarsi dopo la deludente partita di Milano. In condizioni atletiche non ottimali, il Cincia ha preferito giocare più al servizio dei compagni anziché cercare la gloria personale.

9 come i punti di Darjus Lavrinovic: al debutto stagionale davanti al suo pubblico, il fratello gemello dell’ex Siena Ksystof in soli 15′ di utilizzo fa intravedere il grande talento di cui è dotato e aumenta non di poco la pericolosità della Grissin Bon sotto i tabelloni

-8 come la valutazione di Marc Trasolini: il lungo italo-canadese parte in quintetto vista l’assenza di Harper ma in 20 minuti non incide sulla gara trovando solo 4 punti e 3 rimbalzi.

7 come il 7/14 dal campo di Adrian Banks: la guardia ex Varese si conferma la bocca da fuoco principale dei biancoverdi con 18 punti ma da solo non basta per raddrizzare una partita persa già all’intervallo.

6 come le triple realizzate da Amedeo Della Valle: l’ex Ohio State è in serata di grazia e dall’arco è una vera e propria sentenza. Top scorer con 22 punti, si destreggia bene anche in difesa e sotto i tabelloni dove raccoglie 7 rimbalzi.

5 come gli atleti biancorossi in doppia cifra: Mussini, Polonara, Della Valle, Kaukenas e Cervi sono le punte di diamante della serata di festa al PalaBigi.

4 come i punti che separano Avellino dall’ottavo posto: le sconfitte della Virtus Bologna e di Cremona mantengono la formazione campana a quattro lunghezze di distanza dall’ultima casella utile per accedere alla post season.

3 come i k.o. consecutivi della Sidigas: più che le ultime tre disfatte, preoccupano gli 8 k.o in 9 gare che sottolineano la pesante involuzione subita dai biancoverdi negli ultimi due mesi.

Reyer vs Avellino: O.D. Anosike

2 come i successi stagionali di Menetti contro Vitucci: dopo l’exploit dell’andata al PalaDelMauro, la Grissin Bon si ripete anche davanti ai suoi tifosi, inguaiando ancora di più una Sidigas oramai in caduta libera.

1 come il tiro libero che separa Kaukenas dal record di 1000 realizzati in Serie A: il 38enne lituano ieri sera ha sfiorato il record di tiri dalla lunetta nella massima serie. Appuntamento con la storia rimandato a lunedì prossimo contro Roma.

0 come lo 0/4 dalla lunetta di Anosike: il pivot nigeriano si conferma il miglior rimbalzista della lega (13 ieri sera), però dalla linea della carità i suoi numeri non sono altrettanto confortanti.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata