Trieste. Strautins: “Voglio ritrovare la miglior condizione per essere utile alla squadra.”

Intervista ad Arturs Strautins, guardia-ala lettone della Pallacanestro Trieste, per Il Piccolo.
Un estratto delle sue dichiarazioni.

Sulla distorsione alla caviglia nell’amichevole contro la Virtus Roma lo scorso 7 settembre lo ha fermato per circa un mese. “Sto meglio. C’è voluta pazienza per tornare ad allenarmi a pieno regime. Adesso l’obiettivo è ritrovare la miglior condizione per essere utile alla squadra. Arrabbiato? Sicuramente non mi ha fatto piacere dovermi fermare e veder vanificato il lavoro fatto durante l’estate ma ci sta. I piccoli infortuni fanno parte degli imprevisti che dobbiamo mettere in conto”.

Sulla prossima sfida dei ‘muli’, l’avversario sarà il Banco di Sardegna Sassari al PalaSerradimigni domenica a mezzogiorno. “Conosciamo le qualità della Dinamo, ma l’ultima cosa che dobbiamo fare è farci condizionare dalla loro forza. Credo che Trieste debba andare a Sassari a giocarsi le sue carte convinta di poter esprimere una buona pallacanestro e di giocare una grande partita.”

Contro Varese e Milano la squadra sembra essere mancata nell’atteggiamento. “E’ difficile spiegare perchè ci sia stata questa involuzione dopo la partita d’esordio, sicuramente ci è mancata aggressività e questo è qualcosa che in questo campionato non ti puoi permettere. Secondo me a Milano abbiamo fatto dei passi avanti rispetto al match contro Varese ma, certo, non possiamo accontentarci. Per questo dico che a Sassari dobbiamo pensare solo a noi stessi per provare a giocare la miglior partita che possiamo.”