fbpx

Trieste, Dalmasson e Jones. “Lavorare sull’inserimento dei nuovi innesti per migliorare l’attacco”

 

Dopo la sconfitta casalinga maturata contro la corazzata AX Armani Echange Milano, il tecnico della squadra giuliana Eugenio Dalmasson analizza così la partita.

“Nel terzo quarto, come è successo anche a Varese, fatichiamo a ritornare in campo e a mantenere il ritmo con cui abbiamo finito i primi due quarti. La squadra ha situazioni di forma  molto differenti e la cosa salta all’occhio soprattutto in queste situazioni, quando giochi contro squadre che hanno forza, intensità e qualità come Milano. Anche Varese era stata brava a mettere a nudo queste nostre situazioni oggettive di precarietà. Ci aspetta molto lavoro. Dobbiamo sfruttare ogni singolo allenamento e partita per arrivare tutti nella stessa condizione fisica, ma anche per riuscire a stare in campo insieme. In certi momenti, con certi quintetti, si nota questa mancanza di amalgama.

E’ vero, abbiamo costruito poco e male i tiri, abbiamo finito i primi 20′ con 1/8 da 3. Dobbiamo lavorarci su. La costruzione di tiri passa attraverso la conoscenza del giocare insieme, cosa che ora non abbiamo.

Per quanto riguarda i tre nuovi inserimenti, hanno ciascuno una situazione particolare. Riccardo Cervi arriva qua già allenato, ma il campo l’ha toccato pochissimo. Credo che stasera il suo l’abbia anche fatto. Si muove in un contesto dove anche i suoi compagni devono capire come usarlo, come e quando servirlo. Dovremo lavorare anche su questo. Hickman viene da 6/7 mesi di inattività, lo stesso vale per Washington, reduce anche da un operazione alla spalla. Sapevamo di prendere giocatori esperti, ma anche che c’era bisogno di tempo per portarli a una condizione ottimale. Ci aspettano 2 partite proibitive contro Sassari e Brescia, poi abbiamo 3 settimane di stop e lì dobbiamo trovare la condizione migliore per mettere insieme questa squadra, per fare il rush finale, che ci permetterà di raggiungere l’ obiettivo salvezza”

Questo invece è il pensiero di Dequan Jones.

“Siamo entrati in partita nella maniera giusta, poi ci sono state delle difficoltà. Milano è una squadra di alta qualità, noi abbiamo cercato di fare il possibile, di lavorare meglio durante la settimana. Quello che dobbiamo raccogliere da ogni sconfitta è vedere le cose su cui possiamo migliorare, per poi correggerle in vista dei prossimi match. Contro Sassari e Brescia dobbiamo continuare il lavoro d’inserimento dei nuovi giocatori, per trovare continuità e fluidità in attacco. Inserire 3 nuovi giocatori non è cosa semplice.

Hickman potrà dare alla squadra un contributo a tutto tondo e non solo in fase di playmaking. Cervi ci da’ una grossa mano sotto i tabelloni anche facendo deviare la parabola di tiro agli avversari, una bella addizione sotto canestro.

In allenamento tiriamo e tiriamo tanto, succede che ci siano partite come quella di Sassari in cui abbiamo tirato con il 9% da 3, ma siamo riusciti a portarla a casa. Partite come quelle di stasera accadono, e devi trovare un’altra alternativa per essere efficace offensivamente”