Trento ancora maledizione per Capo d’Orlando: 63-71 per l’Aquila

Resta una maledizione per Capo d’Orlando l’Aquila Basket Trento che vince per la nona volta consecutiva tra A2 e Serie A interrompendo così la striscia di 8 vittorie casalinghe della Betaland.

Una sconfitta che brucia per i siciliani perché vengono raggiunti in classifica proprio dai trentini di Buscaglia, scesi giù in Sicilia con l’atteggiamento giusto e con tanta voglia di vincere.

Non è un caso infatti che al PalaFantozzi, per la prima volta quest’anno, è stata la squadra ospite a condurre la partita per quasi tutto il tempo. La ricetta di Buscaglia è stata tanta intensità in difesa e la capacità di battere la zona 2-3 nel momento difensivo migliore per Capo d’Orlando.

Il momento chiave è quando rientra in campo Flaccadori al 27° minuto: dopo aver subito un parziale di 12-0, la guardia classe ’96 diventa il punto di riferimento per gli attacchi Trento; prima mette dentro una bomba, poi attacca il ferro e spezza in due la difesa, facilitando così la bomba centrale di Gomes. In questo modo Trento ritrova fiducia e chiude, alla fine, con un ottimo 40% da tre punti, in controtendenza con quanto le succede solitamente in trasferta (seconda peggiore squadra per %).

Ma in realtà la vittoria della Dolomiti Energia nasce ben prima, quando già dai minuti iniziali riesce a bloccare le principali bocche da fuoco dell’Orlandina con una grande difesa: Diener, che tripla nel terzo quarto a parte non riesce mai entrare in partita, e Archie, che ha sofferto l’aggressività di Hogue. Invece Ivanovic, con alcune giocate di talento, e Delas, con la solita classe che lo contraddistingue, sono gli unici due a tenere viva Capo d’Orlando, specialmente nel primo tempo.

Alla fine Trento chiude con un tabellino quasi perfetto, con ben 8 giocatori vicini alla soglia dei 10 punti personali. Fra gli altri: buono l’impatto iniziale di Marble, poi però uscito dalla partita, e Hogue, fondamentale a rimbalzi offensivo nel secondo tempo.

 

BasketItaly.it MVP: Diego Flaccadori

 

Upea Capo d’Orlando – Dolomiti Energia Trento 63-71 (15-17, 33-37, 49-55)

 

Capo d’Orlando: Zanatta n.e., Galipò n.e., Tepic 2, Iannuzzi 2, Laquintana 7, Perl, Nicevic n.e., Delas 8, Diener 9, Ivanovic 15, Archie 11, Stojanovic 9. Allenatore: Di Carlo.

Trento: Marble 12, Sutton 6, Craft 9, Baldi Rossi 7, Moraschini, Forray 7, Flaccadori 9, Gomes 11, Hogue 10, Lechtaler n.e.. Allenatore: Buscaglia

 

Tiri da due: Capo d’Orlando 19/34, 56% ; Trento 21/40, 52%

Tiri da tre: Capo d’Orlando 4/22, 18% ; Trento 8/20, 40%

Tiri liberi: Capo d’Orlando 13/15, 87% ; Trento 5/9, 56%

Rimbalzi: Capo d’Orlando 35 (24 dif. ; 11 off.) ; Trento 31 (24 dif. ; 7 off.)

Assist: Capo d’Orlando 7 ; Trento 14

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *