Travis Diener trascina la Dinamo, battuta Cremona.

Il play di Fond du Lac trova 23 punti e 7 assist e trascina la Dinamo alla sua settima perla, aiutato anche da un ottimo Vanuzzo, bene Gresta alla sua prima apparizione, ma la sua carica non basta per portare via 2 punti dal PalaSerradimigni.

Si parte con lo show al tiro di Travis Diener che segna 10 punti di fila, nonostante la Dinamo sia partita con l’air ball di Ignerski, Gresta nel suo esordio come capo allenatore punta le trame offensive su quelli che sono stati i problemi difensivi della Dinamo sottolineati anche in settimana da coach Sacchetti, tanti isolamenti e penetrazioni, con Harris, Jhonson e Jackson pericolosi e in più, un ottimo Peric sotto canestro, che batte diverse volte Easley e trascina i suoi sino al 12-16 che costringe la panchina di casa al time out, con un euforico coach Gresta dall’altra parte del campo.
Al rientro in campo è la Dinamo a scatenarsi affidandosi alla sua arma principale, cioè il tiro dalla lunga distanza, che permette ai bianco blu di riportare in parità il punteggio e questa volta l’euforia di Gresta diventa rabbia e chiama il time out;  i falli di Thornton costringono coach Sacchetti ad accelerare le rotazioni, Harris firma 4 punti di fila e il quarto si chiude sul 22-25.
Si parte con Cicoria che assegna un tecnico alla panchina Sassarese durante la pausa fra un quarto e l’altro, che permette a Vitali di partire in lunetta e segnare il 22-27;  la partita non è bellissima, la Dinamo si affida spesso al tiro dalla lunga distanza e non riesce a concretizzare un break che possa chiudere la forbice, dall’altra parte la Vanoli non molla la presa sotto canestro con anche un calo di concentrazione da parte dei padroni di casa, che permette dopo una disattenzione di Ignerski di andare sul 26-33.
Coach Sacchetti decide di far ruotare i suoi, togliendo Easley che non riesce ad essere positivo in difesa e inserendo capitan Vanuzzo, il nuovo assetto tattico di Sassari permette ai padroni di casa di chiudere un parziale di 8-0 che permette il controsorpasso sul 38-37. Cremona inizia ad affidarsi troppo alle iniziative personali di Harris e Jackson e la Dinamo chiude il secondo quarto in vetta sul 43-41.

Nella ripresa si  riparte con Harris che firma il pareggio e Peric che continua ad essere un fattore sotto canestro, la Vanoli piazza un mini break di 4-0 e riconquista la testa della gara; la Dinamo prova a variare il suo gioco cercando di avvicinarsi al canestro, mentra la Vanoli continua ad affidarsi  alle iniziative di Jackson ed Harris. Travis Diener ritrova il suo arresto e tiro e anche gli assist, che innescano Easley che firma con un AND1 l’ennesimo controsorpasso dell’incontro al 4’ 52-49, Vitali riporta il punteggio in parità, ma iniziano a piovere bombe nel canestro ospite e il PalaSerradimigni si accende sul 58-52 che costringe Gresta al time out con Travis Diener a 3 punti dai 1000 in LegaA.
Arriva il secondo tecnico per la panchina sassarese (il primo era per il presidente Sardara) dopo l’ennesimo fischio arbitrale, ma Vitali e Jackson che si ritrovano a tirare 4 tiri liberi ne mettono a segno solo uno, Gresta ordina ai suoi di cercare spesso il gioco sotto canestro e Stipanovic regala delle buone risposte permettendo il nuovo controsorpasso ospite, ma la partita è continuamente interrotta dai fischi della terna in arancione.
Il quarto si chiude con l’allungo ospite firmato Vitali che permette a Cremona di andare sul 62-65.

La Dinamo continua a soffrire sotto canestro con Cremona che approfitta delle distrazioni difensive per provare ad allungare, con Huff ottimo su Drake Diener, proprio la scarsa concentrazione dei padroni di casa spinge Meo Sacchetti a chiamare subito time out, dopo meno di un minuto e mezzo dall’inizio del quarto; serve intensità difensiva per i padroni di casa e allora fuori Easley e spazio a Vanuzzo come centro e dentro anche Devecchi. Subito un parziale di 9-0 e Sassari riporta sui propri binari l’inerzia dell’incontro con Gresta costretto a chiamare il time out a 7′ dalla fine, sugli ospiti pesano diversi falli in attacco e a questo punto della gara anche le sanguinose 18 palle perse.
Stipanovic ferma l’emorragia dopo diversi minuti, ma Sassari nel frattempo non è riuscita ad allungare, ma con in campo Pinton e Devecchi, Sacchetti si ritrova Travis Diener e Thornton freschi per il finale, Jackson firma il -1 a 3’30” dalla fine la gara è apertissima sul 72-71.
Capitan Vanuzzo infiamma il PalaSerradimigni con la boma del +4, Vitali fa 1\2 dalla lunetta me le consuete scorribande di Harris e di un ottimo Peric riportano gli ospiti sul -1, Travis Diener firma il suo 1000esimo punto in LegaA Vanuzzo con il rimbalzo più il quinto fallo di Peric permettono alla Dinamo di ritrovaris sul nuovo +4  ad 1′ dalla fine.
Stipanovic non si arrende e segna il -2, ma Harris perde la maniglia sull’ultima azione e la palla esce fuori con meno di un secondo a disposizione. Gresta chiama il time out per cercare di trovare un fallo per non far partire il cronometro, Sacchetti chiama un altro time out e Sassari trova la rimessa in attacco, il tocco sulla rimessa fa partire il tempo e la DINAMO vince 80-78.

Travis Diener segna i suoi primi 1000 punti in LegaA, i suoi 7 assist con l’ultimo in particolare per la bomba di Vanuzzo, sono stati fondamentali in una gara in cui, è stata la fisicità la protagonista, tanti falli da una parte e dall’altra che non hanno permesso a nessuna delle due squadre di potersi esprimere al meglio; Gresta ha elogiato l’operato dei suoi, la sua carica ha sicuramente influenzato l’ambiente e dal PalaSerradimigni non porta via due punti ma comunque ottime sensazioni e voglia di lavorare.
I tabellini:
Dinamo Sassari
Devecchi: 2; Thornton: 7; Ignerski: 13 + 11 rimbalzi; Travis Diener 23+ 7 assist; Sacchetti; Spissu; Drake Diener 16; Vanuzzo 7; Pinton 3; Diliegro; Easley 9 

Vanoli Cremona
Peric: 17; Vitali 9; Kotti; Jackson 10; Belloni; Conti; Ruini; Jhonson 2; Harris 18; Huff 6; Stipanovic 16; Cazzaniga.

BasketItaly.it riproduzione riservata.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *