Home Serie A Torna Cinciarini e Brindisi affonda a Reggio Emilia

Torna Cinciarini e Brindisi affonda a Reggio Emilia

0

andrea cinciarini, reggio emilia

La Grissin Bon vince la nona partita stagionale al PalaBigi (una sola sconfitta, con Varese) e così interrompe a 3 i successi consecutivi di Brindisi. La gara si decide fra il terzo e l’ultimo quarto di gioco con i reggiani che ribaltano da -7 a +7 e resistono agli assalti della capolista: 76-68 il finale. Cinciarini al rientro (18 punti e 9 assist, 32 di valutazione) e il solito White (18) protagonisti assoluti, mentre a Bucchi non bastano i 16 di Snaer e i 15 (8 rimbalzi) di Dyson.

 

La cronaca

Nei primi 5′ è lotta canestro su canestro, poi Reggio prova a prende il largo al 9′ con 4 punti in fila di White: 20-16. La difesa a uomo pugliese non lascia respiro agli uomini di Menetti, poi un antisportivo fischiato a Bell e un tecnico alla panchina reggiana regalano a Brindisi il massimo vantaggio (+6) con la tripla di Dyson al 17′: 32-26. Cinciarini e White provano ad accorciare ma Lewis dall’arco chiude il primo tempo sul 37-33. Nella ripresa Reggio si fa subito sotto con le triple di Silins e White ma i biancoblu non demordono e rispondono sempre dai 6.75m con Lewis e Snaer: 46-39 al 23′. Un 6-0 chiuso dal tiro in sospensione di Silins porta in parità la Grissin Bon sul 47-47 al 25′. Todic sciupa due liberi cruciali, prima che Bell firmi il sorpasso al 26′. L’Enel perde la testa nella bolgia del PalaBigi e getta al vento tre possessi consecutivi, e ancora Bell la punisce dall’arco sulla sirena: 56-49 al 30′. Snaer dall’angolo e Dyson da sotto il tabellone riportano Brindisi a -3 al 34′, ma Gigli (9 rimbalzi) nel pitturato mantiene le distanze sul 66-59. Todic dalla distanza e Dyson da sotto per il -3 con 40″ da giocare tengono vive le speranze delle centinaia di tifosi pugliesi sugli spalti, ma un coast to coast del solito Cinciarini manda i titoli di coda e fa scattare in piedi il palazzo.

 

Il dopo partita

Bucchi: «Siamo arrivati corti alla fine, ma abbiamo lottato su ogni canestro e ogni possesso. Purtroppo gli errori si sono concentrati tutti negli ultimi decisivi minuti. Abbiamo condotto per larghi tratti, ma sul 47 pari il tecnico fischiato contro ci ha tagliato le gambe e da quel momento non siamo più riusciti a mettere la testa avanti. Sono fiducioso per il futuro, questa partita ci servirà da lezione».

Menetti: «Sono queste le partite che ci fanno crescere a livello caratteriale. Siamo soddisfatti di aver battuto la capolista, ma ora pensiamo già al prossimo impegno di martedì a Novo Mesto dove ci giochiamo una delle partite più importanti della storia di questa società. Poche ore di riposo per ricaricare le pile, poi saremo pronti per una nuova battaglia».


Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIA-ENEL BRINDISI 76-68 (23,20, 33-37, 56-49)
REGGIO EMILIA: A.Cinciarini 18, Kaukenas 5, White 18, Silins 10, Pini 6, Filloy, Bell 12, Frassineti ne, Antonutti, Cervi ne, Gigli 7, Mussini ne. All. Menetti.
BRINDISI: Dyson 15, Lewis 14, Snaer 16, James 5, Zerini 2, Campbell 6, Formenti ne, Jurtom ne, Leggio ne, Morciano ne, Chiotti, Todic 10. All. Bucchi.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata