Home Serie A A Torino ennesimo finale in volata: la Fiat vince 90-88

A Torino ennesimo finale in volata: la Fiat vince 90-88

0

valerio mazzola torino 2016-12-12

La Fiat Torino ha la meglio contro Brindisi per 90-88 ma sarebbe meglio dire che sia stata l’Enel a sciupare l’occasione di portarsi in vantaggio due a zero negli scontri diretti contro una rivale per l’accesso ai playoff.

Goss infatti ha mancato il tiro da 3 a fil di sirena con metri di spazio dopo che l’1/2 di Wright dalla lunetta aveva concesso la chance di vittoria alla squadra pugliese.

Per Torino è infatti uno scampato pericolo, visto che ha dovuto affrontare il match senza Dj White, ko a causa di un problema alla schiena. Come spesso accade nello sport, mostrando voglia di rivalsa dopo la tremenda sconfitta contro la Vanoli Cremona la squadra ha fatto quadrato.

La chiave tattica del match è stata la zona che a metà terzo quarto ha permesso alla Fiat di tornare in partita dal -13 e quindi di giocarsi la partita nel finale, dove sono risultate decisive le giocate di Wright, Wilson e Mazzola, autore di una doppia da 19+10.

La chiave “emotiva” invece è stata l’utilizzo nel secondo e nel quarto quarto di un quintetto inedito, composto per 4/5 da giocatori italiani, che ha permesso di rintuzzare i vari tentativi di fuga della squadra brindisina, guidata come al solito dalle giocate di M’baye e Scott (40 punti in coppia).

La Fiat Torino senza il suo primo terminale offensivo nonché co-capitano inizia balbettando e subendo le incursioni di Moore che valgono il 15-21 ma rimane a galla grazie alle iniziative di Wilson, il migliore dei sui e anche il più costante, in grado di far male in ogni modo, sia da fuori che in penetrazione senza che il suo “marcatore” M’Baye possa impensierirlo.

Il quintetto made in Italy soffre sotto i tabelloni ma riesce a rimettere il match sui binari dell’equilibrio, anche se la notizia peggiore è l’ingresso in pompa magna nel match di M’Baye, che sarà protagonista assoluto dei due quarti centrali. Nonostante le basse percentuali al tiro per le due squadre, il match è divertente e spettacolare: Deron Washington con una giocata da high-light chiude il primo tempo.

La zona schierata d Vitucci inizia maluccio subendo 14 punti nei primi 4 minuti della ripresa, grazie a M’Baye e Donzelli, autore di una prova convincente e concreta.

Il divario si allarga a 13 punti ma la Fiat riprende l’Enel passo dopo passo perché la zona inizia a togliere ritmo alla squadra ospite fino a portarla in confusione, consentendo all’Auxilium il  contro break guidato da Wilson che vale il 64-68 al 30′.

Scott sale in cattedra con un terzo quarto “totale” come emerge anche dalla lettura del tabellino al termine del match: 21 punti, 8 rimbalzi, 8 assist e 32 di valutazione.

Nella solita “corrida” a cui sono abituati i tifosi Auxilium, Washington chiude il parziale di 9-4 che vale il sorpasso dopo oltre 10′ di sofferenza e da qui inizia un testa a testa, in cui anche Cuccarolo recita un ruolo non secondario come totem nella zona.

Iniziano a contare anche le giocate in difesa, come le stoppate di Washington e Donzelli, e le perse di Poeta vengono convertite da Scott in due triple potenzialmente spezza-gambe. Ma Torino non molla e Mazzola trova le giocate, vicino a canestro e poi con la bomba a 74 secondi dalla fine del +3 che vale la vittoria. E anche Vitucci, a rischio esonero dopo la partita contro Cremona, può tirare un sospiro di sollievo: la squadra è con lui.

 

Auxilium Torino-Enel Brindisi 90-88 (20-23; 43-44; 64-68)

Torino: Wilson 23, Harvey 6, Wright 12, Parente ne, Alibegovic 8, Poeta 11, Cuccarolo 2, Washington 9, Okeke ne, Mazzola 19, Vitale ne, Crespi ne. All: Vitucci

Brindisi: Agbelese 10, Scott 21, Carter 5, Goss 11, Cardillo 2, Moore 10, Invidia ne, Donzelli 7, M’baye 19, Joseph 3, Sgobba ne, Spanghero. All: Sacchetti