fbpx

The Amazing LBA: Josh Mayo The American Hurricane

Foto da pagina Facebook “Pallacanestro Varese”

In genere, quando si entra in casa di qualcuno, lo si fa in punta di piedi per non recare disturbo ai padroni di casa, questo però non vale per Josh Mayo che domenica sera è entrato come un vero è proprio uragano in casa Trieste, eppure li il vento lo conoscono bene!
Prestazione devastante quella del Playmaker statunitense classe 1987.
A parlare ci sono i numeri di una prova da 32 punti su 31 minuti giocati, 87,5% da 2, 50% da 3
e 75% su tiro libero.
10 rimbalzi offensivi e difensivi fanno di Mayo Uno degli uomini che ha recuperato più palloni in tutta la partita.
Ma conosciamo meglio Mayo:

LA CARRIERA

Ha disputato 4 stagioni con i Flames dell’Università dell’Illinois a Chicago, trasferendosi poi da professionista in Pro B al Clermont. Nel 2011-12 ha militato nel Liepājas lauvas, disputando così la Latvijas Basketbola Līga e la Baltic Basketball League. Nel 2012-2013 gioca in Ukrajina Super-Liha nel MBK Mykolaïv, passando poi in Serie A alla Sutor Basket Montegranaro. Nel corso della stagione 2013-14 si trasferisce alla Pallacanestro Virtus Roma targata Acea, con contratto fino al termine della stagione, per sostituire l’infortunato Jordan Taylor.
Nella stagione 2014-15 milita nella squadra turca del Torku Konyaspor.
Nel 2015 firma per Scafati, squadra iscritta al campionato italiano di Serie A2. Il 6 marzo 2016 conquista con la stessa squadra la Coppa Italia di Serie A2. Nell’estate 2016 viene preso dalla società tedesca del Telekom Baskets Bonn militando per tre stagioni. Nell’estate 2019 torna in Italia, venendo ingaggiato dalla Pallacanestro Varese ritrovando tra l’altro a distanza di tre anni, il suo ex compagno ai tempi di Scafati Jeremy Simmons. (Fonte: Wikipedia)

Ora che sappiamo un po’ di lui potremmo chiederci se Sarà lui l’uomo che porterà la pallacanestro Varese alla rinascita? Solo il tempo lo saprà dire.