fbpx

Terzo quarto devastante di Trieste. Cantù viene travolta 102-82.

Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste

Nel match di mezzogiorno dell’ottava giornata di campionato, l’Alma Pallacanestro Trieste sconfigge la Red October Pallacanestro Cantù per 102-82. E’ la seconda vittoria di fila per l’Alma che raggiunge quota 8 in classifica, per Cantù invece è la 4a sconfitta consecutiva e rimane ferma a 6. Un match rimasto di fatto in equilibrio per due quarti (50-45 alla pausa lunga), poi a inizio ripresa le palle perse e la difesa troppo morbida dei brianzoli hanno dato via facile ai giuliani che sono scappati definitivamente con un parziale nei terzi 10 minuti di 39-15, e così l’ultimo quarto è servito solo per le statistiche e per fare raggiungere e superare a Trieste la quota 100. Malissimo la Red October in difesa, in attacco Gaines, Blakes e Udanoh gli unici in doppia cifra in una partita dove si è sentita l’assenza di Tony Mitchell e la pessima prestazione di Jefferson, con Trieste che è stata più profonda, che ha trovato più soluzioni dalla panchina con un eccellente Chris Wright e tutto il roster di Eugenio Dalmasson a referto.

CRONACA_ Parte meglio Trieste sul 7-2 dopo 2′ con Cavaliero, Cantù con Gaines e Tavernari pareggia subito, 7-7 dopo 3′. Gaines continua a far male alla difesa giuliana (8 punti nei primi 10 minuti), Jefferson a rimbalzo si fa sentire per il 16-19 ma l’Alma con l’ingresso di Chris Wright cambia volto sui due lati del campo: break di 7-0 per il 23-19 al 9′, time-out Pashutin. Udanoh e ½ ai liberi di Wright chiudono il primo periodo sul 24-21. Chris Wright è il protagonista dello strappo dell’Alma nell’avvio di 2° quarto con assistenze e punti per il 35-27 al 13′, nuovo time-out Cantù. Blakes rosicchia qualcosa per i brianzoli che si portano sul -4, ma Fernandez con 9 punti consecutivi ispira l’Alma che scappa nuovamente sul +14 grazie anche al contributo di Da Ros, 48-34 al 17′. Ma si accende ancora Frank Gaines, che insieme a Udanoh che si fa vedere in difesa, ne segna 7 di fila per i 20 punti personali dopo il primo tempo. 50-45 all’intervallo.
Si ritorna in campo e Cantù sbanda con troppe palle perse, Trieste ne approfitta con le triple di Peric e due di Cavaliero, 62-47 al 23′. Gaines è l’unico a trovare punti per gli ospiti grazie a numerosi viaggi in lunetta, ma Trieste è più profonda e più squadra, con Wright, Peric e Sanders d’intensità vola sul +21, 75-54 al 27′. Wright è incontenibile e porta l’Alma sul +26 e Sanders la tripla del +29 allo scadere del quarto. 89-60 dopo 30′, 39-15 il parziale del terzo periodo. L’ultimo quarto è totalmente garbage time, Cantù si porta sul -22, 91-69 a 7’14” dal termine, ma Trieste rimane in controllo grazie anche a un time-out chiamato da Dalmasson che predica calma. Entrano in campo Coronica e Cittadini con questo a segnare il centesimo punto, Cantù lima lo svantaggio sotto i 20 punti, ma ovviamente troppo tardi. Finisce 102-82 tra la gioia del pubblico triestino per una roboante vittoria.

MVP BasketItaly.it: Chris Wright.

Alma Pallacanestro Trieste – Red October Pallacanestro Cantù 102-82 (24-21; 50-45; 89-60)

Trieste: Coronica 2, Peric 13, Fernandez 14, Wright 19, Strautins 4, Silins 4, Cavaliero 12, Da Ros 4, Sanders 16, Knox 6, Mosley 4, Cittadini 4. Coach: Eugenio Dalmasson.

Cantù: Gaines 31, Blakes 26, Udanoh 16, Baparapè ne, Parrillo, Davis, Tassone, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia, Jefferson 6, Tavernari 3. Coach: Evgeny Pashutin.

Arbitri: Carmelo Lo Guzzo, Christian Borgo e Gianluca Calbucci.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata