Supercoppa – Cremona dura metà partita e Milano conquista la finale con un secondo tempo dominante

simon

Milano vince la semifinale per 109-87, ma il punteggio mente leggermente in quanto la Vanoli Cremona ha disputato un clamoroso primo tempo infiammando la retina dall’arco (10/14 da 3) chiudendo anche in vantaggio alla pausa lunga. Da sottolineare la prova di Turner da 18 punti
Nel secondo tempo l’Olimpia dilaga con i punti di  Simon e Sanders ma il dato che colpisce sono i 25 assist di squadra (6 Kalnietis, 5 Hickman, 4 Cinciarini) segno di una circolazione di palla molto produttiva, in particolare con i tagli sempre efficaci di un Dada Pascolo da 10+7. Il grande atteso era Alessandro Gentile, alla prima da ex capitano, ma il numero 5 non gioca una grande partita (8+3+2) sbagliando troppi tiri liberi (2/7) ma sempre incitato dai compagni, e questo è un buon segno per lo spogliatoio biancorosso. Preoccupazione per Radujlica che è uscito per un problema alla caviglia senza rientrare più in campo.
Ora l’appuntamento è domani per la finale con Avellino, mente Cremona può tornare a casa a testa altissima consapevole di aver dato il massimo.

LA CRONACA

Cremona inizia facendosi vedere dall’arco ma Radujlica(nonostante un fallo antisportivo commesso) si fa sentire sotto canestro impegnando i lunghi avversari. Ma Cremona nei primi 5 minuti va con 3 su 4 da tre punti(tutti di Turner) mettendo in difficoltà la difesa milanese che però replica costantemente in attacco con Simon. Turner è un demonio con la quinta tripla nel primo quarto e costringe Milano al timeput sul 22-18. Milano reagisce con un parziale di 8-1 e a fine primo quarto il risultato recita un punteggio molto alto di 29-28 per i milanesi.
Nel secondo quarto parte bene Zoran Dragic ma Milano non riesce ad alzare l’intensità difensiva concedendo troppi punti a Cremona che resta vicina con Mian che allunga la serie di triple della Vanoli. L’Olimpia è molto precisa sotto canestro ma non basta per superare una Cremona così calda dall’arco, infatti è York con 3 triple a firmare il nuovo vantaggio Vanoli sul 43-40. Turner è indemoniato e segna la sesta tripla di giornata per il vantaggio Cremona sul 52-50.
Milano ribalta subito il risultato con Cinciarini e Simon che portano i biancorossi a +14 dopo un parziale di 18-2 che fa molto male ai cremonesi. L’Olimpia comincia a dilagare con i punti di un Pascolo molto bravo a muoversi negli spazi e il terzo quarto si chiude 77-61.
Milano tira malissimo dalla lunetta ma il momento magico di Cremona pare essersi esaurito e non approfittano dei continui errori dalla linea della carità. Gli ultimi minuti di partita sono garbage time dove trovano spazio Cerella e Abass fino al punteggio finale di 109-87

EA7 Milano: Mclean 8, Gentile 8, Hickman 15, Kalnietis 4, Raduljica 4, Dragic 13,  Pascolo 10,  Cinciarini 7, Sanders 17, Abass, Cerella 3, Simon 18.

Vanoli Cremona: Amato 3, Mian 14, Gaspardo 12, Wojciechovski 5, Biligha 7, Turner 18, Tork 9, Thomas o. 8, Thomas T. 5, Holloway 6

31 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *