fbpx

Siena-Varese: sfida tra formazioni che si intendono di “miracoli”

Domani sera si affronteranno per un match di altissima classifica al PalaEstra di Siena i campioni d’Italia della Montepaschi contro la Cimberio Varese. La compagine lombarda è al comando della classifica con 30 punti in virtù di un eccellente inizio di stagione con ben 15 vittorie e due sole sconfitte, mentre la Mens Sana insegue al terzo posto in compagnia della Virtus Roma con 24 punti.

Si gioca Domenica e per Siena questa è già una grande novità, visto che negli ultimi turni di campionato gli uomini di coach Banchi hanno sempre giocato al Lunedì, ciò dovuto con la concomitanza degli impegni di Eurolega al Venerdì. Nell’ultimo turno di campionato la Mens Sana è stata sconfitta in quel di Brindisi, mentre la Cimberio ha vinto con il fiatone all’overtime in quel di Avellino.

Siena nelle ultime giornate è apparsa in difficoltà a causa dell’estenuante doppio impegno di campionato e coppa insieme, e soprattutto a causa dei molti, troppi infortuni, che hanno ridotto all’osso le rotazioni di uomini in campo per i senesi.  Esempi dei problemi e delle difficoltà senesi sono state le ultime sconfitte: in campionato a Brindisi la formazione biancoverde è arrivata svuotata di energie fisiche e mentali all’ultimo quarto, mentre nella prima sconfitta della finora cavalcata trionfale nelle Top 16 a Barcellona la truppa senese ha palesato tutto il suo disagio nel dover affrontare lo squadrone iberico con troppe assenze in particolare nel reparto dei lunghi, dove i pivot avversari  Tomic e Jawai nello specifico nella gara di Giovedì hanno dominato mettendo in mostra i loro tanti centimetri e chili. Alla squadra senese in questo momento manca quel pivot dominante, che in Europa fa tanto comodo, ma dopo la rescissione consensuale con il gigante croato Kasun è arrivato Ortner, ma il lungo austriaco è fuori da molto tempo per infortunio, ed in questo momento non ci sono le ricorse necessarie in cassa per ricorrere a nuovi acquisti sul mercato. Probabilmente servirebbe qualcosa, anche, nel settore degli esterni, dopo il taglio di Kemp, ed i continui acciacchi fisici del serbo Rasic, ma in questo momento bisogna fare di necessità virtù, e coach Banchi dovrà continuare a fare i “miracoli” (il cammino senese in Eurolega sa di miracoloso con 5 successi ed un solo stop nelle Top 16) con il roster a disposizione. Di miracoli se ne intendono, anche, a Varese dove nessuno avrebbe scommesso sul primato della squadra ad inizio stagione;  una squadra che ha basato la propria forza sulla compattezza del gruppo, e nemmeno quando durante le feste natalizie ci sono stati gli infortuni degli esterni americani Ere e Banks si è provveduto a fare qualche accorgimento sul mercato per dare spazio e fiducia alle seconde linee in squadra per fare crescere quest’ultimi in ottica futura. Futuro al quale già si pensa in quel Varese, infatti la società vorrebbe confermare gli assi portanti del progetto tecnico della squadra di coach Vitucci: il play Mike Green, la guardia Adrian Banks ed il lungo Dunston , prima che le grandi d’Europa possano fare faraoniche offerte ai tre, ma in questo momento non è possibile prolungare i contratti perché non è possibile quantificare il budget per la prossima stagione.

Nella gara d’andata a Masnago ebbe la meglio per 74-67 Varese, e probabilmente proprio in quella occasione la squadra biancorossa ha preso coscienza della propria forza, e conseguente slancio per il proprio filotto di vittorie, che dalla sesta giornata hanno portato i varesini alla vetta solitaria. Nella gara di domani coach Banchi deve rinunicare a  Carraretto (il capitano sarà out 3 settimane) , Ortner dovrebbe essere ancora out, mentre per Ress si tenterà il recupero in vista delle finali di coppa, dove entrambe le squadre saranno protagoniste: Varese Giovedì nel derby contro Milano, la Mens Sana Venerdì contro Reggio Emilia. La gara di domani, quindi, oltre a mettere in palio due importanti punti per la classifica (Varese deve respingere gli assalti dalla vetta di Sassari a meno due punti dal primato, mentre Siena non può permettersi di perdere ulteriore terreno dalla posizioni di testa), sarà un importante banco di prova per assaggiare lo stato di forma di entrambe in vista del primo ambito obiettivo stagionale della coppa nazionale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *