Serie A Playoff – Bologna sfida la corazzata Milano

joe ragland, milano

Dopo la sbornia dell’Euroleague, torniamo in terra nostrana per l’inizio della post-season. Si parte stasera con la serie tra Milano e Bologna e tra Trento e Sassari.

La sfida tra le due squadri più vincenti della Serie A si presenta sulla carta senza storia, ma la sfida tra Milano e Pistoia dello scorso anno ci insegna che tutto può succedere, con la squadra di Valli che partirà con la mente sgombra, pronta a sfruttare ogni debolezza concessa dai Campioni d’Italia.

Qui Milano – L’EA7 si presenta ai nastri di partenza dei playoff dopo aver dominato la stagione regolare e, grazie all’interruzione del cammino in Euroleague, ha potuto fare un richiamo atletico in vista di questo mese infuocato. L’Olimpia dovrebbe avere più consapevolezza nei propri mezzi, ma attenzione a sottovalutare gli avversari. Coach Banchi presenta così la sfida: “Siamo alla vigilia del nostro esordio in un’edizione dei playoff che affronteremo con il desiderio di ripeterci al cospetto di avversarie che hanno dato vita ad una stagione regolare avvincente. Nel primo turno, Bologna ci affronterà con le armi che le hanno permesso di arrivare fin qui attraverso un cammino per loro esaltante. Sarà importantissimo per noi approcciare questo primo appuntamento con la post-season con concentrazione ed equilibrio per incanalare la sfida con la Virtus su binari ideali”

Qui Bologna – La Granarolo si presenta alla sfida con Milano dopo una settimana tribolata, con Mazzola che non si è allenato e Reddic che ha avuto qualche problema. Nonostante questo a Bologna si respire grande entusiasmo per questi playoff, sopratutto perché sono arrivati inaspettati. Coach Valli è all’esordio nei playoff e ne parla così in conferenza stampa: “Ultima settimana dell’anno di allenamento, perché comunque sia nei playoff non ci si allena più. Giocando un giorno sì e una no non si lavora più di contatto, e dobbiamo far valere le abitudini acquisite in stagione. Significa cercare di guadagnare un po’ di terreno in chiave difensiva, rispetto alla grande fisicità di Milano: serve una partita energica, atletica, anche a costo di fare tanti falli. E in attacco dobbiamo essere veramente bravi anche a prendere il primo buon tiro che ci viene concesso, senza fare troppi ricami perché diventa difficile, contro questo avversario, fare tanti passaggi per un buon tiro.”

La chiave tattica – Le partite in stagione regolare si sono chiuse con due vittorie eloquenti per Milano (+23 e +25), con l’Olimpia che ha fatto valere i maggiori chili e il maggior talento per vincere abbastanza in scioltezza. Samuels può dominare sotto i tabelloni, mentre i vari Hackett, Gentile e Moss posso trovare canestri facili nei mismatch in post-basso. Per la Granarolo sarà decisivo difendere forte, sopratutto considerando che il metro utilizzato nei playoff è più permissivo. Sarà interessante vedere anche come si comporterà White, chiamato a giustificare le sirene di squadre di Euroleague (come la stessa Milano) per la prossima stagione.

Palla a due alle 20, con diretta su RaiSport.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *