Home Serie A Sassari, Sacchetti: “Ci siamo spenti ma l’abbiamo spuntata. Ora dobbiamo vincerne una fuori casa”

Sassari, Sacchetti: “Ci siamo spenti ma l’abbiamo spuntata. Ora dobbiamo vincerne una fuori casa”

0

12

Grande sofferenza ma grande gioia al suono della sirena finale per la Dinamo Sassari che ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per battere una coriacea Reggio Emilia e impattare la serie sul 2-2. Ecco i commenti post gara 5 dalla sala stampa del PalaSerradimigni.

Coach Meo Sacchetti: “Abbiamo disputato un primo tempo come in gara 3, questa volta non abbiamo patito il terzo quarto ma a un certo momento ci siamo spenti perdendo fiducia con palloni persi e canestri facili concessi. Abbiamo commesso poi errori madornali nell’ultimo minuto quando eravamo 5 punti sopra e con palla in mano. Il supplementare era difficile da affrontare per lo scoramento ma bene o male siamo riusciti a portarla a casa. Vedremo domani (oggi, n.d.r.) la risonanza cosa dirà su Sanders che ha preso una botta sulla caviglia. Dalla serie con Trento a quella con Milano era sempre difficile, sappiamo che dobbiamo vincerne una fuori casa. Bravo Dyson a farsi trovare pronto e sfruttare gli spazi concessi. Non parlo degli arbitri, chiedetemi della bravura dei giocatori ma non degli arbitri”.

Jerome Dyson: “Ottima partita la nostra, siamo stati pronti sin da subito ma dobbiamo sistemare qualche dettaglio in difesa sui loro giochi. La problematica grossa sono i tiri liberi, se uno sbaglia sembra che contagia tutti gli altri ed è il leit motiv della serie, non si possono sbagliare 15 liberi in una serie equilibrata come con Reggio. Loro son bravi e non mollano mai, abbiamo calato l’intensità e non possiamo permettercelo perchè poi ti portano sui loro ritmi ideali e possono recuperare anche 20 punti. Sull’ultima azione nei tempi regolamentari era fallo di Polonara e l’arbitro mi ha detto che aveva visto bene l’azione, però non ci possiamo fare nulla. In gara 5 dobbiamo fare l’opposto delle prime due gare a Reggio, non dobbiamo andare sotto di 10-15 punti dall’inizio per poi giocare la nostra pallacanestro”.