Home Serie A Sassari, il 2019 continua a sorridere, anche Cremona cade al PalaSerradimigni

Sassari, il 2019 continua a sorridere, anche Cremona cade al PalaSerradimigni

0

Ancora una vittoria per la squadra di Pozzecco, che nel derby del cuore di Sacchetti, batte Cremona e si mantiene in scia alla Virtus, confermando, maturità e solidità mentale, mentre la Vanoli paga caro le rotazioni ancora limitate.

Gara subito dal ritmo alto, Cremona, prova a spingere in contropiede e a colpire dalla lunga distanza, anche se è in difesa che sembra saper fare la differenza, anticipando le uscite dai blocchi dei padroni di casa; Sassari si affida prima ad Evans, superiore ad Akele nella metà campo offensiva e capace di mettere a referto i primi 8 punti della squadra, poi, cambia ritmo nella propria metà campo, i cambi sui blocchi sembrano funzionare e arrivano i punti in transizione che valgono il primo sorpasso, ma con la Vanoli in scia.
Cremona sembra superiore a rimbalzo, Sassari fa girare meglio il pallone per battere i raddoppi e la gara prosegue in equilibrio, 21-22 al 10’.
Pozzecco costretto a rinunciare a Gentile, concede spazio e Bucarelli, le rotazioni dalle panchine, sembrano favorire gli ospiti, bravi a togliere sicurezza alle scelte di Jerrells, dall’altra parte del campo, funziona il gioco spalle a canestro di Saunders e DeVico e Sassari è costretta a chiamare time out; il terzo fallo di Happ complica le rotazioni di Sacchetti, ma la Vanoli riesce comunque a reggere l’urto nel pitturato con il lavoro di Sobin, anche se Bilan cresce di colpi, gli ospiti continuano a colpire dalla lunga distanza, Sassari risponde con il lavoro in post basso, ma le scarse percentuali dalla lunetta non permettono agli uomini di Pozzecco di chiudere la forbice e al 20’ Cremona guida di 6, grazie ad un ottimo Akele: 38-44.

Evans e Bilan continuano a martellare nel pitturato avversario, Cremona si riaffida al tiro dalla lunga distanza e cerca di mettere in partita Happ, le scelte non pagano inizialmente i dividendi sperati e la Dinamo chiude il gap, poi il centro della Vanoli cresce di sostanza e tiene avanti i suoi; la sfida fra DeVico ed Evans è senza esclusione di colpi, ma la scelta di raddoppiare da parte degli ospiti, offre il fianco alle triple di Pierre; nel frattempo esplode la rabbia di Pozzecco che contesta una decisione arbitrale e trova il fallo tecnico, situazione che carica Sassari capace con Vitali di trovare il nuovo sorpasso e di chiudere poi sul +4.
Sassari preme sull’acceleratore in apertura di ultimo quarto, la carica difensiva vista in chiusura della terza frazione, prosegue e impedisce alla Vanoli di trovare lo spazio sotto canestro sfruttato in precedenza, dall’altra parte del campo, Jerrells è una sentenza e la Dinamo vola al +12. Cremona prova a rientrare Happ e Saunders riportano sino al -7 la squadra di Sacchetti, Sassari però controlla il ritmo e prova a sfruttare il vantaggio fisico nel pitturato, gli ospiti ci mettono il cuore, ma soffrono il gioco in post basso della Dinamo, i padroni di casa ritrovano anche la mira dalla lunetta e il Banco riesce a controllare il vantaggio, l’ultimo tentativo degli ospiti di rientrare, sbatte proprio contro la precisione ai liberi di Evans e compagni e la squadra di Pozzecco, può salutare il 2019 regalando la vittoria ai suoi tifosi: 84-74 il finale.