Sassari cerca conferme nella sfida interna contro Bologna

41

Dopo la vittoria della Supercoppa, il Banco di Sardegna Sassari accoglie la Granarolo Bologna che vuole subito cancellare il -2 in classifica. La Dinamo vista settimana scorsa sembra davvero di un’altra categoria, ma sopratutto sembra già in forma, anche perché tra pochi giorni parte l’Eurolega. Difficile dire lo stesso della Granarolo, anche se il ritiro partito 10 giorni prima rispetto alle altre squadre dovrebbe permettere alla truppa di Valli di aver aumentato l’amalgama.

 

Qui Sassari

La squadra del presidente Sardara è molto gasata dalla vittoria in Supercoppa e dal prossimo esordio in EL, ma guai a sottovalutare la compagine bolognese, come raccomanda coach Sacchetti: “Bologna è Bologna, ha tradizione, ha blasone. La affrontiamo con tutta l’attenzione dovuta , siamo molto contenti della vittoria in Supercoppa ma adesso inizia il campionato, inizia un’altra storia”. Nonostante questo i favori del pronostico non possono che essere dalla parte dei padroni di casa, che hanno tutti a disposizione e possono contare sul fattore campo. La testa potrebbe essere già a venerdì per la scomoda trasferta di Novgorod ed è prorpio su questo che farà leva la Virtus

Qui Bologna

La Granarolo arriva in Sardegna con qualche acciacco (Mazzola, Gilchrist oltre che Imbrò), ma nulla di
White (Bologna)preoccupante nel complesso. Difficilissimo esordio per la truppa di Valli che si troverà di fronte una squadra lunga e molto fisica. L’idea per giocarsela è tenere i ritmi bassi e provare la zona che tanti problemi ha creato già dalla scorsa stagione. Il coach ha già promesso di mescolare le carte e sa cosa vuole dalla sua squadra: “Aspettatevi anche quintetti non canonici. Voglio però che tutta la squadra si passi la palla con giudizio. E’ un campionato in cui ci vuole molta pazienza e molta forza mentale. Il nostro ranking è quello della salvezza. Ogni partita per noi sarà una guerra.”

La chiave tattica

Il ritmo. Se Sassari riuscisse ad imporre il proprio non ci sarebbe storia, sia per la profondità del roster sia per la sua qualità. Inoltre la Granarolo potrebbe pagare lo scotto dell’emozione per i molti esordienti in Serie A, cosa che il Banco non ha. Qui però si vedrà il lavoro di Valli, che se riuscirà a girare a suo favore questa situazione, potrebbe trovarsi una squadra con nulla da perdere e la testa sgombra. Un altro elemento decisivo sarà limitare le transizioni della Dinamo, anche perché la zona di Bologna potrebbe inserire qualche granellino di sabbia negli ingranaggi per ora eccezionali dei padroni di casa. Sacchetti deve tenere conto di tutte queste cose e tenere concentrati i ragazzi su questa partita. 
Per Bologna c’è anche la cabala a favore, visto che vince la prima da 8 anni consecutivi.

Palla a due alle 19, con diretta su TRC.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *