fbpx

Sassari assente, Brindisi vince e convince

Una delle prime uscite di Goss con la maglia di Brindisi
Una delle prime uscite di Goss con la maglia di Brindisi

L’Enel Brindisi festeggia al meglio la 200esima partita in serie A, e dopo la sfortunata trasferta in terra avellinese si riscatta davanti al suo pubblico, trovando l’avversaria Sassari, reduce dal successo in Eurocup contro Belgrado. I pugliesi afferrano il match sin dalla palla a due, mettendo in campo una delle migliori difese viste fino ad ora, a dispetto di una Dinamo confusa e priva di idee di gioco.

 

Il primo canestro della partita porta la firma di M’Baye, segue Carter (17 pt in 23 min) che si fa ben vedere dai compagni per gli assist sotto canestro e recupera importanti palloni in fase sia difensiva sia offensiva. Sassari rimane a bocca asciutta per tre minuti di gioco, quando il neo acquisto Gani Lawal sblocca dall’area per il 7-2. I pugliesi applicano in campo una difesa coriacea e mettono in difficoltà la formazione sarda, che invece non trova i giusti spazi per le concretizzazioni.

Il Banco di Sardegna insegue Brindisi e lo fa con Johnson Odom e il capitano Devecchi, ma l’Enel è guidata da Scott che piazza la tripla che vale il +15. I sardi sbagliano tanto da tre e non affrontano la difesa biancazzurra, chiudendo il secondo quarto sul 41-28 dopo un sottomano di un solitario Odom.

Nella ripresa viene ancora tutto facile all’Enel di Sacchetti, che con Carter e Goss si porta in avanti di 21 lunghezze; Brindisi confonde gli uomini di coach Pasquini e gioca rapidamente in transizione, fermandosi solo durante i time out chiamati dalla panchina sarda. La Dinamo trova le buone realizzazioni dal campo di Odom e mette a referto un parziale di 7-0, risalendo la china da un pesante -28 a un -22 che chiude il terzo quarto (64-42).

L’Enel allunga sul massimo vantaggio mentre Sassari resta a guardare; basta però un time out a far riposare troppo i padroni di casa, che tornati in campo appaiono più rilassati e lenti e non ottimizzano le conclusioni. I sardi provano a riacchiappare la partita, nel frattempo Brindisi ritrova la carica grazie anche al sostegno del PalaPentassuglia e trova i pesanti piazzati da fuori di Goss e Moore; ciliegina sulla torta i viaggi nel profondo dell’area del leader Scott e l’Enel porta a casa due punti fondamentali, esultando al 40’ per 76-61.

 

Tabellini:

BRINDISI: Agbelese 4, Scott 13, Carter 17, Cardillo 2, Moore 8, Donzelli 1, M’Baye 14, Spanghero 6, Goss 11.                           Rimbalzi: 33      Palle perse: 20     Assist: 19

SASSARI: J.Odom 16, Lacey 9, Devecchi 2, Sacchetti 2, Savanovic 5, Carter 0, Stipcevic 7, Olaseni 6, Lawal 14, Monaldi 0.         Rimbalzi: 29       Palle perse: 19     Assist: 15

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *