Home Serie A Sakota e Ere stendono Venezia, è 2-0 per Varese

Sakota e Ere stendono Venezia, è 2-0 per Varese

0

Dopo la vittoria con ampio margine di gara 1, in un PalaWhirlpool molto caldo per effetto di alcune chiamate discutibili quali i due falli tecnici fischiati a Denis Marconato, Varese respinge un’indomita Venezia conquistando anche la seconda gara casalinga. Per la squadra allenata da coach Andrea Mazzon una prestazione migliore rispetto alla gara di due giorni fa, con un recupero di 14 punti nel secondo quarto riaprendo una partita che sembrava persa, ma alla fine Varese, protagonista soprattutto il serbo Dusan Sakota, ha beffato gli oro-granata.

 

Per i lagunari non sono bastati i 17 punti e 8 rimbalzi dell’ex Yakhouba Diawara, i 14 di Young e gli 11 di Clark. In casa varesina oltre a Sakota, autore di 19 punti, protagonista il capitano Ebi Ere con 19 punti e 10 rimbalzi e il duo Green-Banks con 12 a testa.
Martedì in gara 3 al PalaTaliercio Varese proverà a ipotecare le semifinali, Venezia dovrà trovare assolutamente la vittoria per riaprire la serie.

Clicca Qui per visualizzare l’intero calendario e la situazione generale dei PlayOff.

Cronaca:

Per Varese Ivanov sostituisce Talts, per Venezia lo stesso quintetto di gara 1 e tutti disponibili.
Inizia il match con Clark subito a segno con tiro in arcobaleno, a cui risponde Dunston con tap-in su rimbalzo d’attacco. Magro segna 4 punti consecutivi, inframezzati da una schiacciata di Dunston. Poi lo stesso pivot padovano commette il suo terzo fallo personale e Banks con la tripla da il primo allungo per Varese. Time-out Mazzon (13-6 dopo 5′). Sakota, imbeccato da Ere, segna la tripla del più 11, Bulleri lo imita limando il divario tra le due compagini (19-11 dopo 8′). Marconato commette fallo in attacco e gli viene fischiato un fallo tecnico. Green realizza entrambi i liberi. Varese continua a macinare gioco scappando sul più 14 grazie a continui viaggi in lunetta, causa tanti falli fischiati a Venezia, ben 10 nel solo quarto, da un arbitraggio molto casalingo. Il quarto così si conclude 25-11 per i padroni di casa.
Ad inizio seconda frazione Venezia cerca di dimezzare il divario cercando di allungare la difesa e si porta a -9 con la tripla di Diawara. Ma la Reyer da sotto sbaglia molto nonostante continui rimbalzi in attacco e Varese ritorna sul +14 con il canestro di Polonara su assist di Green per il 32-18 dopo 14′. Nuovo time-out Mazzon. Dopo un canestro di Dunston, imbeccato da Polonara, Venezia ritorna sotto con un parziale di 6-0 firmato Young e Rosselli. Time-out stavolta di Vitucci. 34-26 dopo 16′. Al rientro in campo Polonara segna in contro tempo subendo fallo e convertendo il libero. Sotto canestro continuano a esserci dure battaglie con continue storie tese tra gli avversari. Altro time-out Vitucci dopo il canestro di Bowers per il 37-31 al 18′. Rosselli, protagonista assoluto della rimonta veneziana, segna un 2+1 riducendo a soli 3 punti il divario tra le squadre. Diawara commette il terzo fallo. La difesa ordinata da Mazzon da effetto e il canestro di Young in sotto mano su penetrazione da il pareggio per Venezia, 39-39 fine primo tempo.
I tiri liberi realizzati da Mike Green aprono il secondo tempo a cui risponde Young servito da Clark. 4 punti di Marconato, tra cui un incredibile tripla, e un canestro di Young danno il più 4 per i lagunari, ma Ere, autore di 7 punti consecutivi, rida il vantaggio a Varese (50-49 dopo 25′). Dopo il canestro di Polonara, con fallo subito ma libero non convertito, Mazzon chiama time-out (52-49 al 26′). Le difese delle due squadre sono molto arcigne, continue le palle perse e canestri all’apparenza facili sbagliati clamorosamente. Diawara con 2 liberi riporta in vantaggio Venezia, poi Dunston da un assist delizioso a Sakota che segna dai 6,75m. Ere segna due liberi allungando il parziale di 6-0, poi Bulleri lo chiude con arresto e tiro. Il canestro sbagliato da tre di Ere chiude la terza frazione sul 58-55 in favore dei padroni di casa.
Ad inizio ultimo quarto Diawara segna entrambi i liberi, poi due triple di Ere e Sakota, inframezzate da Szewczyk, portano a più 5 il vantaggio dei padroni di casa. Dopo il quarto fallo personale di Rosselli, ancora Sakota punisce Venezia dai 6,75m. Time-out di Mazzon sul 67-61 dopo 33′. Clark segna 5 punti consecutivi, 2 tiri liberi e una tripla sulla sirena dei 24”, poi il capitano varesino Ebi Ere lo imita con la tripla a poco più di 4 minuti dal termine. A 3’56” viene fischiato il secondo fallo tecnico, con conseguente espulsione, a Marconato. Venezia non crolla, Diawara segna la tripla del meno 3. Vitucci chiama time-out sul 73-70 per i padroni di casa a poco più di 3 minuti dalla fine. Dunston commette il quarto fallo, Szewczyk segna entrambi i liberi. Un canestro firmato da Sakota da il più 5, poi dopo il time-out chiamato da Mazzon, Venezia sbaglia in attacco. E’ il momento chiave del match. Sakota col canestro da sotto del 79-72 su rimbalzo d’attacco chiude la gara. Finisce 81-72.

Cimberio Varese – Umana Venezia 81-72 ( 25-11; 39-39 ; 58-55 )

Varese : Green 12 , Banks 12 , Ere 19 , Sakota 19 , Dunston 6 ; Rush 1 , Polonara 9 , Ivanov 3 , De Nicolao 0 , Cerella 0 , Bertoglio n.e. , Balanzoni n.e. .

Venezia : Clark 11, Young 14 , Diawara 17 , Szewczyk 6 , Magro 4 ; Rosselli 7 , Bowers 3 , Hubalek 0 , Marconato 5 , Bulleri 5 , Zoroski n.e. ,Candussi n.e. .

Mvp: Dusan Sakota. 19 punti con 19 di valutazione, sue le triple che hanno spaccato la partita e il canestro da sotto che ha chiuso il match.

BasketItaly.it ©, Riproduzione riservata