fbpx

Sacripanti “Gara 7 il giusto epilogo per questa serie.”

Coach Sacripanti, Cantù

Si va a gara 7. La Sidigas Scandone Avellino sconfigge la Grissin Bon Reggio Emilia 83-74 nella gara 6 della semifinale scudetto e grazie a questo risultato andrà a giocarsi gara 7 al PalaBigi lunedì 30 Maggio. Ecco le parole di coach Stefano Sacripanti nel post partita.
 
“Siamo stati bravi a reggere l’urto del loro secondo quarto quando abbiamo girato un po’ a vuoto e abbiamo accusato la stanchezza. Essere andati all’intervallo pari ci ha dato grande energia. Nel terzo e quarto tempo abbiamo giocato meglio di loro trovando in Ragland un giocatore scatenato. Ho puntato su Cervi, e su Acker. Alex è stato un grande, pensavamo fosse partito e che lo avremmo perso per questo finale. Ma lui da grande uomo e in un momento così particolare è rientrato a sorpresa. Ed ha vinto. Ha vinto lui la sua più bella partita.” 
 
Serie che sarà decisa a gara 7. “E’ il giusto epilogo per una serie più combattuta. E’ bello per la pallacanestro. Permettetemi la presunzione, una serie bella dal punto di vista tecnico tattico e combattuta da tutti i giocatori. Loro hanno il fattore campo e per vincere a Reggio Emilia ognuno di noi deve essere perfetto, a partire da me all’ultimo giocatore che ho in panca. Dobbiamo perdere quante meno palle è possibile, segnare i liberi e avere la gara sotto controllo. La differenza la faranno l’agonismo e i dettagli nelle piccole cose”
 
Gli avversari. “Loro hanno dei campioni, Kaukenas ha giocato una partita pazzesca. Tutte e due le squadre meriterebbero la finale. Sono state partite combattutissime, forse solo Gara 1 e Gara 4 hanno avuto delle storie scritte in partenza. A me non piace dire “comunque vada abbiamo giocato un grande campionato”. Io voglio vincere e andare in finale.”
 
Il saluto al PaladelMauro. “Ho voluto che la squadra vedesse bene il pubblico. Ho detto loro: Guardate questa gente, questa è la gente che purtroppo non ci sarà a Reggio Emilia, dobbiamo vincere anche per loro.”
 
7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *