Home Serie A Roma-Bologna in Countdown: il miglior Mbakwe stagionale non basta, bene Walsh e Hardy, Imbrò è decisivo

Roma-Bologna in Countdown: il miglior Mbakwe stagionale non basta, bene Walsh e Hardy, Imbrò è decisivo

0

Mbakwe Trevor Roma

Bologna, protagonista di una splendida rimonta nell’ultima quarto, stende per 89 a 81 una Roma che non sfrutta un vantaggio quasi sempre in doppia cifra (+16 al 18’ sul 48-32 e +12 al 30’ sul 67-55). Queste le curiosità e i numeri della sfida nello speciale countdown targato BasketItaly.

 

10 è il voto che merita la Virtus Bologna vista nell’ultima frazione. I bianconeri segneranno la bellezza di 34 punti anche grazie ad una difesa 1-3-1 che manderà in tilt l’attacco capitolino capace di segnare la miseria di 14 punti, frutto di un orrendo 2/18 al tiro.

9 come il 9/12 al tiro per Dwight Hardy. La guardia di passaporto congolese sembra aver dimenticato del tutto le traversie della scorsa stagione divisa tra Avellino e Sigma Barcellona. Ieri sera 21 punti (7 nell’ultimo decisivo quarto) che faranno ricredere quelli che lo ritenevano incompatibile con Ware.

8 sono i falli subiti da Walsh. L’ala statunitense è una spina nel fianco per la difesa romana come dimostrano i suoi 19 punti frutto di un 4/5 da due e 2/4 da tre. Come se non bastasse raccoglie anche sei rimbalzi e smazza due assits per un 27 di valutazione (il migliore dei suoi in questa voce).

7 le palle perse in più da Bologna (17 a 10). A Roma non basta sprecare meno palloni degli avversari per resistere alla rimonta. Le cause sono piuttosto da ricercare nell’incapacità ad attaccare la zona bolognese che causa percentuali di tiro bassissime nell’ultimo quarto (9% da due e 14% da tre).

6 come i punti segnati da Imbrò nell’ultimo quarto (saranno 8 a fine partita). Il giovane play dimostra di avere personalità e per questo coach Bechi lo lascia in campo tutto l’ultimo periodo “panchinando” il titolare Ware. Lui ripaga sganciando due bombe di un peso specifico notevole.

Luca Bechi

5 come le vittorie di Bologna raccolte in sei giornate. Bechi, a fine partita e di ritorno dalla sala stampa, ai pochi giornalisti rimasti ancora in tribuna dichiarerà: “Per una squadra come la nostra ci sta di vincere 4-5 partite. Il difficile verrà ora perché saremo chiamati a confermare questi risultati. Raggiungere la vetta è stato facile, il difficile sarà restarci”. Per ora è primo posto in classifica in coabitazione con Siena e Brindisi, in attesa di Milano impegnata nel posticipo contro Venezia.

4 sono stati gli errori dal campo (11/15 al tiro) di Roma nel primo quarto. I primi 10’ hanno visto la Virtus chiudere sul 31-18, un parziale che lasciava presagire ben altro finale. Il buongiorno NON si vede dal mattino.

3 come le voci statistiche in cui Mbakwe va in doppia cifra. Il centro nigeriano scrive 23 punti, 11 rimbalzi e 11 falli subiti. Senz’altro la sua migliore prestazione stagionale. Peccato non sia valsa la vittoria.

2 come il -2 di valutazione di Eziukwu. Il cambio di Mbakwe non si dimostra all’altezza: in difesa non regge e in attacco è impalpabile. Non è un caso che il break bolognese dell’ultimo quarto inizi quando lui entra per dar fiato ai titolari. Urge immediato riscatto.

1 come le vittorie di Roma nelle ultime quattro partite. L’unico successo rimane quello della settimana scorsa a Caserta, poi tre sconfitte con Bologna, Cantù ed Avellino. Certo, tre squadre di livello, ma se aggiungiamo gli stop raccolti nelle ultime due apparizioni di Eurocup a Saragozza e in casa contro Bonn, il futuro non appare proprio sereno.

0 come i minuti concessi da Dalmonte a D’Ercole nel secondo tempo. Il play azzurro dopo 11′ minuti tra primo e secondo quarto, non rivede più il parquet per il resto del match. La sensazione che da valore aggiunto qual’ era lo scorso anno sia passato al ruolo di comprimario è forte. Le cifre sono lì a dimostralo. Nelle prime sei giornate dello stesso campionato Lollo aveva collezionato 6.2 punti di media con il 55% da tre in oltre 21 minuti di impiego medio. Oggi dopo sei turni è fermo a 3.5 di media e il suo utilizzo a sceso a poco più di 15’.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata