fbpx

Rimonta Dinamo: Brindisi cede a 1″ dalla fine.

© Marco Sias

Non bastano i 29 punti di Dyson per sconfiggere Sassari, la Dinamo passa 40 minuti ad inseguire ma porta il primo punto della serie a casa. James sbaglia 3 liberi ad 1″ dal termine.

Sassari mette a segno il primo punto nella serie e lo fa in rimonta, dopo che Brindisi comanda la gara fino all’ultimo minuto.
Brindisi con il ritorno di Snear nel roster, trova un arma in più che consente agli ospiti di reggere i cambi difensivi e con delle rotazioni più ampie, permette a coach Bucchi di far riposare di più i suoi in visto degli ultimi minuti, fattore che ha condizionato l’ultima sfida fra le due squadre.
Alla nuova linfa vitale dell’Enel Sassari risponde con il quintetto piccolo e nonostante per lunghi tratti, arrivino delle percentuali disastrose dalla lunga distanza, riesce nel finale a ricucire lo strappo prima e a mettere la testa avanti proprio con le bombe. 
Protagonista assoluto della sfida è Dyson, che per lunghi tratti si dimostra un crack, in particolare nel terzo quarto, quello in cui ci si aspettava la reazione di Sassari ed invece ha subito l’iniziative avversarie.
Brindisi scende più determinata in campo, regge bene i cambi difensivi e prova a rallentare il ritmo, colpendo sempre quando è possibile in contropiede, bravo il già citato Dyson, capace di attirare i raddoppi e sulle rotazioni offensive, l’Enel è brava a trovare sempre un uomo libero sotto canestro.
Sacchetti prova a replicare con il quintetto piccolo e la mossa sembra pagare soprattutto con l’apporto degli italiani, l’entrata in campo di Devecchi e Brian Sacchetti, aumenta l’intensità difensiva e lo stesso Devecchi infila due bombe fondamentali.
E’ il finale di gara che decide la partita, l’esperienza maggiore di Sassari si fa notare, l’unico a non tremare in attacco è Dyson per Brindisi, ma il calore del palazzetto Sassarese e lo stesso Devecchi disposto ad accettare i cambi difensivi per T.Diener, vittima designata dell’attacco uno contro uno degli ospiti, permette alla Dinamo di rimontare e nel momento in cui i padroni di casa, iniziano a trovare il fondo della retina dalla lunga distanza, i 15 punti di vantaggio che l’Enel aveva costruito e i 10 con cui aveva iniziato l’ultimo quarto, si sgretolano colpo su colpo.
Sassari trova il primo vantaggio della partita a 1′ dal termine, alla bomba di Drake Diener, risponde un indomito Dyson, C.Green fa esplodere il PalaSerradimigni e la partita si decide sull’ultimo possesso Brindisino, con Sassari avanti di 2.
Devecchi regge bene su Dyson e si va da Delroy James, Caleb Green prova a stoppare il suo ultimo tiro e arriva il fallo che può valerela vittoria Brindisina a 1″ dal termine. Il n° 5 trema e parecchio dalla lunetta, arriva uno 0\2 che obbliga l’ala americana a sbagliare il tiro finale. Sul rimbalzo Sassari è più lesta, il cronometro avvia la sua corsa e la sirena finale vale 1-0 nella serie. 75-73.

Brindisi aveva preparato bene la gara, cercando di bloccare i tiratori Sassaresi, che complici diversi tiri aperti sbagliati, hanno permesso alla concretezza ospite di costruire il vantaggio. Drake Diener chiude con 9 punti, seppur fondamentali nel finale, il merito della difesa Brindisina si nota in un frangente della terza frazione in cui l’MVP del campionato si ritrova con più falli (3) rispetto ai punti (2).
Sassari pareggia il conto dei rimbalzi a fine partita (33), con Brindisi che conduceva 23-16 alla fine dei primi 20 minuti, un sugnale importante dell’intensità Sassarese nell’ultima parte di gara, frazione in cui hanno tirato fuori il loro talento i campioni biancoblu, arrivano le triple di D.Diener e le iniziative di Travis Diener, condite dalla forza di Caleb Green.
Todic sgomita egregiamente sotto le plance e per quanto si dimostri talvolta il giocatore meno gradito al pubblico avversario, è quello più utile per quello amico; dall’altra parte Sassari paga per un tratto importante l’uscita di Travis Diener per tre falli, con M.Green chiuso dalla fisicità avversaria nel momento in cui è da solo a dover guidare l’attacca Sassarese.

 I TABELLINI:

Sassari:

M.Green 4; C.Green 18 +10 rmb; Devecchi 6; Chessa; Gordon 11; T.Diener 8; Sacchetti 7; D.Diener 9; Vanuzzo; Eze 2; Tessitori; Thomas 10

Brindisi:
James 5; Todic 11; Morciano; Formenti; DeGennaro; Dyson 29; Lewis 14; Chiotti; Zerini 6; Snear 3; Umeh 3; Campbell 2

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *