fbpx

Reyer Venezia, la presentazione di Spencer Nelson. “Porto esperienza e voglia di vincere.”

Reyer Venezia - Presentazione Spencer Nelson

E’ il giorno della presentazione ufficiale di Spencer Nelson alla Reyer Venezia. Ecco le dichiarazioni rilasciate dal nuovo acquisto oro-granata presso la sala stampa del PalaTaliercio.
 
 
Ad aprire la conferenza stampa, come di consueto, è il direttore sportivo Federico Casarin: “Non occorre presentarlo tanto perché è da anni in Italia ed è a conoscenza sia del campionato e di tutte le regole che ci sono. Per quanto ci riguarda è il giocatore ideale, perché va a rappresentare quelle caratteristiche che lo staff tecnico cercava. Conosce una buona parte del gruppo e ha l’identikit ideale del giocatore che volevamo. Da parte dell’Umana Reyer un benvenuto e un in bocca in lupo a Spencer Nelson.”
 
La parola ora passa al diretto interessato: “ Sono molto eccitato dall’idea di essere qui e di giocare per questa squadra e la città di Venezia. E’ un club molto organizzato, sono qui per dare il mio contributo e per continuare quello che stanno facendo, possibilmente per arrivare ai risultati più alti.”
Il rapporto con i suoi ex compagni avuti a Siena che troverà nella Reyer: “Ho parlato con loro, hanno influito molto sulla mia decisione. Mi hanno parlato di un grande club, dell’organizzazione, dell’ambiente, dei compagni di squadra e di un grande coach.”
L’idea che si è fatto assistendo alla partita dei suoi  nuovi compagni all’Unipol Arena: “Dopo averli visti all’opera, sono ancora più emozionato; la squadra ha molto talento offensivo e ha molte armi a sua disposizione. Chiaramente ci sono cose in cui bisogna migliorare e crescere ma siamo appena a Novembre, questo è normale. L’importante è essere al top a fine stagione. ”
I 5 mesi passati dalla sconfitta di gara 7 della Finale Scudetto ad Assago: “E’ passato abbastanza tempo dalla mia ultima partita dopo una stagione lunga e intensa. Adesso devo ripartire, mi sono tenuto in allenamento sia individualmente nello Utah e sia con la nazionale dell’Azerbaigian con la quale ho fatto una decina di giorni di allenamenti a Settembre.”
Cosa porta a livello tecnico e caratteriale alla Reyer: “Penso di portare esperienza avendo a lungo giocato in Serie A, ma anche in competizioni europee come Eurolega ed Euro-Cup. Credo di essere un giocatore equilibrato che può dare tanto sia dentro che fuori dall’area, sarò per questo a disposizione su quello che mi verrà chiesto per aiutare la squadra a seconda delle necessità e le caratteristiche dei lunghi avversari.”
Le sue ambizioni arrivando in una squadra capolista del campionato a stagione in corso: “Io l’ho imparato nella mia carriera e non è un cliché, bisogna pensare di fare ogni partita meglio di quella precedente. Il primo obiettivo è giocare nel miglior modo possibile come già sta facendo la squadra ma si può continuare a migliorare. Mi era già capitato di entrare a stagione iniziata sempre a Novembre sia in Germania con il Bamberg che in Grecia con l’Aris Salonicco (all’Aris nella stagione 2008-2009 fu compagno di squadra di alcune vecchie conoscenze della Reyer come Kee-Kee Clark e Dimitrios Tsaldaris oltre che allenato da Andrea Mazzon).”
Il suo rapporto con l’Azerbaigian in quanto Nelson ha passaporto azero: “Ottimo, ho avuto una straordinaria occasione. Si sono approcciati a me 4-5 anni fa e ormai sono 3 anni che do il mio contributo per far crescere il movimento del basket in quel Paese con cui lo diffondono ai giovani.”
Con il suo arrivo Venezia ha adesso un pacchetto di 5 lunghi. Difficoltà nel distribuire i minutaggi, ma per Spencer il problema non si pone: “Prima di tutto bisogna avere voglia di vincere, perciò ciascuno deve avere la capacità di fare un sacrificio personale, giocando qualche minuto in meno ma dando sempre il massimo quando si viene chiamati in causa. Questa è la chiave per il successo della squadra e di conseguenza di ogni elemento.”
 
Vestirà la maglia n°17.
 
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *