Reyer Venezia, la presentazione di Julyan Stone ” Amo vincere, la Reyer è un’ottima opportunità “

Julyan Stone, venezia

E’ il giorno della presentazione ufficiale di Julyan Stone alla Reyer Venezia: in esclusiva le dichiarazioni rilasciate dal nuovo acquisto oro-granata presso la sala stampa del PalaTaliercio.
 
20 minuti di ritardo dall’ora prevista della conferenza stampa per il giocatore che finalmente arriva al palasport. A farne gli onori di casa vi è come di consueto il direttore sportivo Federico Casarin : “ Ci scusiamo per questo ritardo, ma è dipeso un po’ da cose burocratiche e visite, ci ricordiamo quello che è successo 15 giorni fa. Siamo contentissimi di aver portato questo playmaker, lo cercavamo da tempo, era uno di quei giocatori che abbiamo seguito quest’estate e rappresenta quel tipo di atleta che cercavamo quest’anno, diverso dal solito, alto con caratteristiche di giocatore di squadra, che sa far giocare gli altri e che sa difendere: queste cose cercavamo nel playmaker d’accordo con lo staff e la società, quindi siamo molto contenti di essere riusciti in tempi rapidi ad avere Julyan qui, si aggregherà oggi alla squadra e da domani sarà a completa disposizione del coach per gli allenamenti e le partite. ”
 
Quindi, tranquillizzando tutti dopo il precedente caso di Lorenzo Brown, il giocatore ha già svolto le visite mediche, uno dei motivi dell’attesa di 10 giorni per il suo arrivo in Italia.
 
A parlare poi è stata la volta del diretto interessato che dopo aver chiesto scusa per il ritardo, “devo prendere confidenza con le strade della città” , si presenta: “ Sono un giocatore che ama vincere, amo l’intensità, mi piace mettere in ritmo i compagni, far giocare la squadra e giocare di squadra, soprattutto mi piace mettere molta energia in attacco e altrettanta intensità giusta in difesa. “
Aspettative prima stagione in Italia. “ Mi aspetto molto, penso che il campionato italiano sia di un ottimo livello e credo che per avere successo dobbiamo soprattutto puntare sulla chimica di squadra, io mi metto in servizio per aiutare il club a trovarla il prima possibile. ”
Tre settimane all’inizio del campionato, dovrà correre per trovare la giusta chimica : “ Innanzitutto dico che il basket è il basket, per cui certe cose aldilà del fatto della conoscenza reciproca si sanno a prescindere. Chiaro che non posso stimare quanto ci vorrà per trovare la giusta chimica e inserirmi nel gruppo, magari ci vorrà una settimana, o forse due\tre, non posso neanche dire che all’inizio della stagione saremo subito la miglior Reyer che potrete vedere. Sicuramente dico che la chiave sarà di cercare di fare il prima possibile per la giusta chimica ”
Perché l’Italia e non aver aspettato una chiamata Nba: “ Credo che per me questa sia un’ottima opportunità per me, che mi può anche aiutare a crescere e mi può aiutare a contribuire a far vincere un club e questo credo che per me sia un’opportunità diversa e molto stimolante. ”

Julyan Stone, venezia

Ritrova alla Reyer Cameron Moore: “Ho giocato al college contro di lui quindi lo conosco per averci giocato contro. ”
In Nba Julyan ha giocato con Danilo Gallinari ai Denver Nuggets nelle stagioni 2011-2013:“ Ho giocato con lui due anni assieme, è un gran giocatore e un bravo ragazzo. Abbiamo parlato spesso del campionato italiano. Mi ha spiegato e mi ha convinto che è un grande posto dove venire a giocare a basket. ”
 
Speranza di vederlo al Torneo di Jesolo? Venerdì 26 l’Umana Reyer giocherà contro la Granarolo Virtus Bologna, mentre l’altra semifinale sarà Cantù-Varese. Sabato 27 le finali. Risponde il Ds Casarin : “ Ovviamente, adesso dovrà svolgere un’attività. Si è allenato negli Stati Uniti tramite i work-out quindi è sicuramente in condizione, ma il preparatore atletico e lo staff tecnico vedranno a che livello e in che forma si trova per non affrettare i tempi. Sappiamo che devono essere ben intelligenti soprattutto perché metterlo in campo una settimana prima si rischia di avere dei problemi dopo anche se è giovane e ha delle qualità, lo dobbiamo valutare bene e la speranza è che a Jesolo ci possa essere e possa giocare alcuni minuti. ”
Nessuna clausola Nba Escape sul suo contratto.(risoluzione immediata del contratto se arriva una chiamata dall’Nba in modo da consentire il rientro del giocatore negli Stati Uniti ) “Non è presente, giocherà con la Reyer fino alla fine della stagione.” 
Un mese dopo dal raduno, squadra al completo?“ Sì, diciamo che la squadra dovrebbe essere al completo. Abbiamo tre settimane di lavoro che saranno intense. Come diceva Julyan, la pallacanestro è sempre la pallacanestro, il conoscersi e mettere in pratica le regole che lo staff deciderà offensivamente e difensivamente parlando sono importanti e quindi tre settimane sono importanti da lavorarci sopra. Contiamo di essere pronti quando avverrà l’inizio del campionato.” 
 
In serata Stone si è unito ai compagni per assistere da spettatore all’amichevole di Montegrotto Terme contro gli sloveni del Zlatorog Lasko. Vestirà la canotta n°2
 
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *