Reyer Venezia, il saluto della squadra ai tifosi.

Reyer - Reggio: gruppo Reyer

Terminata la stagione 2014-2015 con l’eliminazione alle semifinali-scudetto e l’accesso a due nuovi palcoscenici quali l’Euro-Cup e la Supercoppa Italiana, l’Umana Reyer Venezia si concede ai propri tifosi nella propria casa del PalaTaliercio per un saluto finale prima del “rompete le righe”.
Nella mattinata odierna giocatori e staff erano stati ricevuti dal presidente Luigi Brugnaro, nella sua nuova veste di Sindaco di Venezia, a Ca’ Farsetti, sede del Comune. E’ stata l’occasione per ringraziare giocatori e staff per la storica annata appena conclusa e per salutare il gruppo orogranata. Per bocca di coach Recalcati, il team reyerino ha contraccambiato congratulandosi con Brugnaro per l’elezione a sindaco facendo i migliori auguri al patron per il nuovo incarico.
“Ho voluto convocare oggi l’Umana Reyer – ha detto Brugnaro – perché è la squadra di punta della città e perché lo sport deve essere al vertice del governo di Venezia. Chiameremo tutte le società sportive del territorio chiedendo loro di aiutarci a riconquistare i loghi della città e di concorrere a trasmettere la giusta mentalità soprattutto ai giovani. Sarà un piano educativo che coinvolgerà le scuole oltre che le realtà sportive. Per quanto riguarda la squadra orogranata l’ho chiamata qui subito anche per una questione pratica poiché domani tutti gli atleti torneranno a casa nei loro Paesi. Ringrazio tutti e soprattutto Casarin, che è sempre dietro le quinte ma è il vero motore della Reyer, per questa annata storica e posso garantire che si ripartirà da questa ossatura per la stagione prossima”.
 
Al PalaTaliercio di fronte a quasi 400 tifosi presenti in una giornata lavorativa, la prima squadra maschile si è concessa per un saluto finale. E’ la voce del palasport, Steve Giant, a introdurre in rigoroso ordine numerico gli atleti partendo dal n°2 Julyan Stone finendo al n°44 Deividas Dulkys. Applausi per tutti i giocatori, con ognuno di loro a mandare un proprio messaggio ai tifosi presenti ringraziandoli. Stone si è presentato con suo figlio Jayden, Hrvoje Peric, che molte voci danno in partenza verso altri lidi, ha dato l’arrivederci al prossimo anno come Tomas Ress che spera di ripetersi per l’annata successiva. Via via tutti gli altri: Goss, Jackson(“E’ stato un onore fare parte di questa squadra”), Ruzzier, Radic, Ortner, Nelson, Aradori (“Grazie per questo mese, magari possiamo continuare assieme”), Viggiano, Ceron e Dulkys (un italianissimo “Ciao, grazie a tutti”). Poi è stata la volta dello staff tecnico a cominciare dal coach Carlo Recalcati“Grazie per tutto quello che ci avete dato in questa stagione, il vostro supporto è stato determinante per quest’anno, speriamo di ripeterci l’anno prossimo”, i vice allenatori Walter De Raffaele, Alberto Billio e il preparatore atletico Renzo Colombini.
Alla fine sono autografi e foto con i tifosi.
 
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *