Reyer Venezia, il punto sul mercato dei campioni d’Italia in carica

L'immagine può contenere: 29 persone, persone che sorridono, persone sedute

In casa Umana Reyer Venezia sono ormai finiti i festeggiamenti per lo scudetto vinto ed è ormai tempo di pensare alla costruzione del roster della squadra 2019-2020, per cercare di difendere il Tricolore sulla canotta e continuare a crescere nelle manifestazioni europee. Non sarà più Basketball Champions League, infatti il team oro-granata ha deciso di passare dalle competizioni FIBA a quelle ECA; la prossima stagione sarà infatti EuroCup.

Partiamo dalle probabili conferme: Venezia è intenzionata a mantenere in blocco il gruppo dei Tricolori, ripartendo dai sei stranieri già sotto contratto – compreso capitan Marquez Haynes senza esercitare l’opzione di uscita dal suo attuale 1+1 – quindi, Julyan Stone, Michael Bramos, Austin Daye, Gasper Vidmar e Mitchell Watt. All’ossatura straniera, faranno parte sicuramente Stefano Tonut e Valerio Mazzola a cui si aggiungeranno con molta probabilità i rinnovi di Andrea De Nicolao e Bruno Cerella. Sullo staff tecnico, in partenza verso la Leonessa Brescia Giacomo Baioni che farà da vice a Vincenzo Esposito. Senza orma di dubbio la conferma di coach Walter De Raffaele e i suoi fidi assistenti Gianluca Tucci e Alberto Billio, come dichiarato dallo stesso allenatore livornese al termine di gara7.
Tornando ai giocatori, in partenza c’è Marco Giuri, destinato probabilmente ad Avellino, Paul Biligha, conteso dall’Olimpia Milano, e gli altri stranieri che non hanno inciso come D.J. Kennedy e Deron Washington, con Tomas Kyzlink che andrà in prestito.
I volti nuovi: a un passo dal tornare in oro-granata c’è il playmaker argentino naturalizzato italiano Ariel Filloy, reduce dalle ultime due stagioni giocate in biancoverde con la Sidigas Scandone Avellino e farà quindi “staffetta” con Giuri. Un altro cavallo di ritorno potrebbe essere l’ala canadese Melvin Ejim, come Filloy già membro del precedente gruppo campione d’Italia nel 2016-2017 e nelle ultime due stagioni in Russia all’Unics Kazan (8.5ppg e 5.6rpg in VTB League). Se Ejim dovesse rimanere un sogno per una questione di fatto economica, all’Umana Reyer non dispiace Ike Joseph Udanoh, trentenne di Detroit in possesso anche del passaporto nigeriano, che nella passata stagione è ritornato in Italia, giocando prima a Cantù e poi ad Avellino, dopo averci già giocato militando nel 2016 a Ferrara e Mantova in Serie A2. Per la pattuglia italiana oltre a Filloy, una pista calda resta quella dell’ala nativa di Ancona Achille Polonara, al quale il Banco di Sardegna Dinamo Sassari avrebbe proposto il rinnovo dato il contratto in scadenza. Nessun riscontro sul pivot Riccardo Cervi, uscito dalla Reggiana, e il playmaker Keifer Sykes, diretto con molta probabilità alla Dinamo Sassari.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata