fbpx

Reggio-Venezia, gara3 in sala stampa. Recalcati: «Ottimo inizio e grande difesa» Menetti: «L’infortunio di Lavrinovic ci ha costretti a cambiare partita»

Reyer - Orlandina: Charlie Recalcati

Venezia con una grande gara di collettivo espugna il PalaBigi al primo tentativo e si riporta avanti per 2-1 nella serie di semifinale contro Reggio Emilia.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate in sala stampa dai due allenatori al termine del match.

Carlo Recalcati (coach Venezia): «Abbiamo giocato una partita di grande sostanza, senza soffrire la loro pressione in partenza come invece è avvenuto in gara 2 dove i biancorossi ci hanno messo sotto scacco per 20 minuti. L’obiettivo oggi (ieri, ndr) era partire bene costringendo Reggio ad inseguire. Il quintetto piccolo è servito per cambiare la difesa dopo il primo importante vantaggio in attacco. Quando potevamo chiudere la partita Reggio è stata brava a ritornare ma noi abbiamo difeso forte e chiuso bene le ultime azioni con Goss. Stone? L’ultima cosa che ha nella testa è prendersi dei tiri per fare punti; si tratta di un giocatore atipico che si mette a totale servizio della squadra, ci fa quadrare i conti con i diversi quintetti che schieriamo. Le squadre si sono già incontrate cinque volte, si conoscono bene, ora giocano molto sulle caratteristiche singole dei giocatori. Guardando le statistiche si può vedere che abbiamo tirato peggio, compensando questo handicap con una maggiore presenza a rimbalzo in attacco».

Massimiliano Menetti (coach Reggio): «La vera gara è iniziata sul 10-7, dopo l’uscita dal campo di Lavrinovic. Il suo infortunio ha provocato una brutta botta emotiva alla squadra e a tutto il palazzo, dieci minuti in cui abbiamo perso il filo della partita. Ha provato a tornare in campo ma non si poteva rischiare. Finora è stato il miglior giocatore dei playoff, senza di lui sono venuti a mancare tanti punti di riferimento. Nel terzo parziale è iniziata una faticosa rimonta ma la distanza era troppo consistente, poi la bomba di Goss ha fermato l’inerzia. I ragazzi hanno avuto una grande reazione, tra 48 ore si riparte, probabilmente senza Lavrinovic. Dobbiamo vincere gara4 in ogni modo. Il quintetto con Silins e Polonara? Abbiamo provato di tutto per far quadrare il cerchio. Peric ha fatto tanti punti sulla nostra difesa scarica, una volta prese le giuste misure è calato di rendimento. Venerdì ci aspettiamo di più da tutti i ragazzi».

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *