Reggio Emilia-Torino, la sala stampa

«Sono dispiaciuto del gesto rivolto da Candi a me a fine gara, mi spiace che un giovane talentuoso come lui abbia questo atteggiamento – ha esordito davanti ai microfoni il coach della FIAT Paolo GalbiatiSiamo contenti della vittoria ma ci sono ancora tanti passi in avanti da fare, 85 punti subìti sono troppi. In difesa ha funzionato il lavoro speciale dedicato a Ledo, abbiamo tirato bene da tre punti e dalla lunetta. Segnare 98 punti in un campo caldo e difficile come Reggio è sempre bello. Adesso dobbiamo tornare in palestra a lavorare tanto perché ci aspetta una trasferta lunghissima».

È invece chiaramente deluso il coach della Grissin Bon Reggio Emilia, Devis Cagnardi: «Complimenti a Torino perché ha giocato un’ottima partita, mettendo in campo tutto quello che aveva – ha sottolineato a fine gara – Nell’ultimo quarto ci siamo avvicinati con tanta reazione emotiva, ma loro con canestri individuali hanno vinto. La fisicità della FIAT ha fatto la differenza, pensavamo di poterci opporre con più energia nervosa ma siamo mancati anche in quella. Stiamo crescendo, c’è bisogno di tempo, oggi le nostre mancanze si sono palesate in maniera chiara. Diversi passaggi importanti della partita sono mancati, evidentemente non ci abbiamo lavorato abbastanza bene in settimana. Ora ci rimbocchiamo le maniche ma rimaniamo fiduciosi nel nostro percorso di sviluppo».