Reggio Emilia ferma la corsa di Venezia, al PalaBigi fanno festa i biancorossi

Dopo tre sconfitte consecutive Reggio Emilia saluta il 2018 tornando a sorridere davanti al suo pubblico (l’ultimo successo con Varese risale al 4 novembre) grazie ad una prestazione di sostanza e qualità che manda al tappeto una Reyer fin qui imbattuta lontano dal Taliercio: 8274 il punteggio a favore dei biancorossi di coach Cagnardi che lasciano a Pistoia l’onere dell’ultimo posto in classifica. Avanti nel punteggio per più di 30 minuti, la Grissin Bon ha subìto la rimonta di Venezia nel terzo quarto ma, contrariamente alle ultime uscite, non ha perso la testa e una volta tornata in vantaggio ha lottato canestro su canestro sino al 39′, allungando il punteggio nel finale. Top scorer dell’incontro l’ex Brescia Bryan Allen con 17 punti, ma decisive sono state anche le prove di K.C. Rivers (13), Cervi (11, 9 rimbalzi) e Aguilar (9, 8 rimbalzi). All’Umana non sono bastati i 16 (con 11 rimbalzi) di Stone, così come i canestri dalla distanza di Bramos (15) ed Haynes (13): la squadra di De Raffaele ha pagato la scarsa precisione dentro l’area (13/34) e la giornata nera di Daye (13 punti ma 5 palle perse e 5/18 al tiro).

LA PARTITA. Bryan Allen in avvio è scatenato con 8 punti in 5 minuti e Reggio scappa subito avanti sul +8 (18-10) ma Venezia non resta a guardare e accorcia a -1 (21-20) all’11’. Le difese faticano ad ingranare così si passa velocemente al 4534 dell’intervallo con un Rivers dominante per i reggiani. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa avanzano fino al +12 (52-40) al 24′ ma esce allo scoperto Bramos con tre triple nel giro di 2’ che riportano la Reyer sotto di 5 (5449) al 26’. Il sorpasso è nell’aria e arriva al 29’ con una bomba di Stone (5960) che rende vani i canestri di Aguilar e De Vico. Reggio però recupera subito l’handicap con Ortner e chiude in vantaggio il terzo parziale sul 6361. Negli ultimi 10’ i biancorossi non tremano quando prima Daye poi Watt trovano il -1 al 34’: in tre giri di lancette Allen si carica il peso della squadra sulle spalle e con l’aiuto di Candi riporta avanti la Grissin Bon 7768. Venezia risponde con due tiri dai 6.75m di Haynes e Stone tornando a -3 (77-74) al 38’ ma spreca due possessi consentendo a Reggio Emilia di allungare con Cervi (79-74) a -50” e mandare i titoli di coda a -10” con l’appoggio al tabellone di Aguilar (8174) dopo lo 0/2 dalla linea della carità di K.C. Rivers.

Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIAUMANA REYER VENEZIA 8274 (21-19, 45-34, 63-61)
REGGIO EMILIA: Mussini, Allen 17, Candi 9, Rivers 13, Aguilar 9, Gaspardo 5, Vigori ne, Cervi 11, Soviero ne, Ortner 8, Llompart 3, De Vico 7. Allenatore: Devis Cagnardi.
UMANA: Haynes 13, Stone 16, Bramos 12, Tonut, Daye 13, De Nicolao, Vidmar 6, Biligha 2, Giuri 2, Mazzola, Cerella, Watt 7. Allenatore: Walter De Raffaele.