Reggiana. Mekel: “Dobbiamo ripartire dalla vittoria con Cantù. Serve più aggressività in difesa”

Intervista a Gal Mekel, playmaker israeliano della Grissin Bon Reggio Emilia, per Il Resto del Carlino di Reggio.
Un estratto delle sue dichiarazioni.

Cambiato il clima nella squadra emiliana dopo la prima vittoria in campionato, conquistata a Desio contro Pallacanestro Cantù.
“Il morale è sicuramente alto. Dobbiamo però ricordarci che è solo l’inizio della stagione e che siamo un gruppo nuovo. Nelle prime due partite c’è stato un momento in cui abbiamo avuto la sensazione di avere il match tra le mani, ma poi ci è sfuggito. Contro Cantù siamo entrati in campo concentrati e convinti, fin da subito il feeling con la partita è stato buono. Da qui dobbiamo costruire, gara per gara”.

La costruzione del gruppo a livello umano e tecnico.
“La chimica migliorerà giorno dopo giorno, siamo giovani, stiamo imparando a conoscerci. In attacco abbiamo tanto talento, a volte ci basta l’istinto per segnare, ma abbiamo ancora tanto da migliorare a livello di spaziature e timing. Questo è l’aspetto dove possiamo fare il salto di qualità. In difesa, dobbiamo essere più aggressivi”.

Sulla vittoria di domenica con Mekel che ha contribuito con una doppia-doppia da 11 punti e 10 assist.
“Sono prima di tutto contento che abbia giocato bene la squadra. E mi fa piacere aver fatto una buona prova. E’ sicuramente una questione di tempo; la mia pre-season non è stata ottimale e quindi, di fatto, quella a Desio è stata la mia terza partita ‘vera’ con la squadra. Conosco il mio corpo, so cosa mi serve per migliorare”.

Il suo potenziale tecnico-fisico attuale.
“Fisicamente sto migliorando ogni giorno, diciamo che sono intorno al 75-80%. Sto lavorando per raggiungere il top e quando lo farò sarò ancora più sciolto e mobile nei movimenti, con conseguente ulteriore step anche tecnico. Ci arriverò presto”.