fbpx

Preparazione in salita per la Fiat Torino: Tra Holder infortunato

Jamil Wilson Fiat Torino

Altro colpo di scena in casa Fiat Torino: sembra infatti inevitabile la rinuncia al playmaker titolare Tra Holder a causa di un infortunio alla spalla destra, la stessa che gli aveva impedito di partecipare alla Summer League di Las Vegas quest’anno. Questo è quanto riportato dalla testata Tuttosport.

Se così fosse si tratterebbe del terzo americano (o straniero) a cui la Fiat si trova costretta a rinunciare, vuoi per ragioni contrattuali o fisiche: a Luglio infatti era stato annunciato Morris, ala piccola che aveva brillantemente disputato il finale di stagione con gli Atlanta Hawks, il quale ha esercitato la clausola escape firmando per i Milwaukee Bucks. La scorsa settimana invece è arrivata la rinuncia a Royce White.

La società in entrambi i casi ha risposto in maniera tempestiva ed efficace sostituendoli con giocatori che conoscono già il campionato italiano come Stojanovic e Jamil Wilson: per rimediare alla perdita di Tra Holder il sostituto sarebbe già stato individuato in Tyshawn Taylor, guardia 28enne, che ha militato in diverse squadre europee come la Dinamo Mosca (2014-2015), Maccabi Kiryat Gat (2016) e in Turchia con Ankara e Samsun. Con quest’ultima squadra ha disputato 8 partite nella seconda lega turca chiudendo con 21 punti e 6 assist di media.

Eventuali modifiche nel roster dipenderanno dalla valutazione clinica sull’infortunio patito da Holder: anche per questo il roster che domani farà la conoscenza di Larry Brown, vedrà l’aggiunta, con tutta probabilità, del cugino i Jamil Wilson, Duane Wilson, 24enne in uscita da Texas A&M ma fermo ai box a causa di un infortunio dal 10 Febbraio scorso.

L’Auxilium si presenterà alla prima uscita stagionale prevista il 31 Agosto contro l’Efes Pilsen senza playmaker titolare, senza Jamil Wilson e con Okeke ancora in attesa dell’autorizzazione alla ripresa dell’attività agonistica. Un inizio di stagione quanto meno problematico, considerando che nella conferenza stampa inaugurale da più parti fosse stato spiegato che la squadra era stata costruita intorno all’asse Holder-White.