Home Serie A Pistoia è un rullo compressore fra le mura amiche. Cade anche una stanca Sassari

Pistoia è un rullo compressore fra le mura amiche. Cade anche una stanca Sassari

0

 In un palazzetto tutto esaurito, la Giorgio Tesi Group compie un’altra impresa casalinga e si sbarazza con autorità di una deludente Sassari. Troppo fisica e atletica la squadra di Moretti, per una formazione sarda in evidente difficoltà fisica, che ha pagato pesantemente l’assenza di Drew Gordon ed i soli 4 minuti concessi a Marques Green, arrivato in ritardo dall’America.

Gli uomini di Sacchetti, a sorpresa, hanno vinto la gara ai rimbalzi contro i lunghi pistoiesi, ma hanno chiuso con 16 palle perse ed un pessimo 6/24 da 3 punti. I biancorossi pistoiesi, hanno difeso con intensità straordinaria per tutta la gara, con un grandissimo JaJuan Johnson, immarcabile nei primi due quarti, e con le ottime prestazioni di Wanamaker e Cortese, finalmente decisivo in questa stagione. Per Sassari, discreta la prova di Travis Diener, nonostante la percentuale complessiva del 25% al tiro e di Omar Thomas.

L’inizio partita è equilibrato, con Pistoia che si porta sul 4-0 grazie a Johnson e Washington, ma con Sassari che reagisce subito, portandosi avanti 6-10, dopo 5 minuti di gioco con Tessitori, Caleb Green e Thomas. Una bomba di Cortese impatta sul 12-12 dopo 8 minuti di gioco, con il periodo che si chiude con i sardi avanti 14-16.

Pistoia inizia alla grande il secondo quarto, riuscendo nell’impresa di non far segnare Sassari per oltre 4 minuti e con un mini break di 7-0, grazie una bomba di Gibson ed un canestro impossibile di Meini, si porta avanti 21-16. Pistoia continua a difendere in maniera sorprendente e dopo 7 di gioco è avanti 27-18, con gli ospiti che segnano un solo canestro con Tessitori. Le prime 2 bombe della gara, prima di Sacchetti e poi di Travis Diener, permettono a Sassari di accorciare sul 24-27. Il miglior momento di Sassari coincide con quello di Drake e Travis Diener, che tentano di avvicinare i biancorossi, ma i toscani tengono botta e un canestro sul filo della sirena di Johnson, chiude il secondo periodo sul 37-31 per la GTG.

Il terzo periodo si apre con un botta e risposta dalla lunga distanza fra Travis Diener e Gibson, con Pistoia che dopo 3 minuti è ancora avanti 42-36. Una difesa strepitosa e due canestri consecutivi di Daniel, regalano a Pistoia un buon margine di vantaggio, con i biancorossi avanti 47-36 dopo 5 minuti di gioco. Sassari è in evidente difficoltà ed in un paio di occasioni non riesce a tirare dentro i 24 secondi; ci vogliono 4 punti consecutivi di Caleb Green per riavvicinare gli ospiti sul 49-42, ma i biancorossi non mollano di un centimetro e arrivano al +12 con un libero di Johnson, prima che una bomba di Vanuzzo allo scadere, chiuda il quarto 56-47.

Thomas apre l’ultimo periodo con un bel canestro, ma è una spettacolare bomba di Cortese che permette a Pistoia di tornare avanti sul 61-49. Una conclusione dalla lunga distanza di Brad Wanamaker, regala il +14 ai biancorossi, per il 64-50 dopo 2 minuti. Sassari non trova continuità in attacco e, nonostante una bomba di Thomas, non riesce ad avvicinarsi in modo pericoloso ai padroni di casa; anzi, è ancora Johnson, quando mancano 4 minuti al termine, a riportare i suoi avanti 70-56. Il sigillo virtuale alla gara lo mettono Cortese, che recupera palla e piazza una spettacolare bomba, seguito da Washington che regala il massimo vantaggio di +15, per il 76-61 a 2 minuti dal termine. Sassari arranca, non riuscendo più a mordere e Pistoia chiude 81-69 una gara perfetta.

COMMENTI DAGLI SPOGLIATOI

Romeo Sacchetti – Abbiamo pagato l’energia e fisicità di Pistoia, brava a ributtarci indietro quando ci siamo avvicinati. Marcus Green non ha praticamente mai giocato perchè è rientrato tardi dall’America. Non abbiamo mai approfittato di certe situazioni favorevoli che abbiamo avuto; Johnson il primo tempo ci ha fatto molto male ed ho provato anche con la zona. In un paio di azioni loro hanno sbagliato qualcosa, ma poi hanno ritrovato buone soluzioni. Molte squadre hanno patito la loro fisicità ed è successo anche a noi; brava Pistoia perchè ha giocato meglio di noi. Pistoia è cresciuta molto individualmente e poi, giocando assieme, riescono anche a fare bene anche come gruppo ed è un merito anche del vostro allenatore.

Paolo Moretti – I giocatori sono stati bravissimi a mettere in pratica il nostro piano partita; i complimenti vanno ai ragazzi a noi tutti, che stiamo lavorando con grande produttività. Il palazzetto ribolle di entusiasmo e gioia e ci fa sentire tutto questo straordinario calore. Loro stasera non avevano 2 giocatori che avrebbero alzato il loro livello di atletismo e stasera li abbiamo messi sotto fisicamente; non possiamo non rimarcare le assenze di Gordon e il piccolo Green, che a noi hanno dato punti di riferimento più precisi. Cortese stasera non è uscito dalla partita quando ha commesso qualche errore ed ha avuto la faccia giusta per tutta la gara. Per giocare cosi contro Sassari, devi avere forza mentale enorme e siamo riusciti a mettere insieme una difesa dopo l’altra con grande energia. In trasferta purtroppo cambiano tanti fattori e speriamo arrivi qualche soddisfazione. Diamo tanta cura ai tiri liberi, mettiamo punizioni non corporali, ma continuiamo a sbagliarne tanti; le proveremo tutte, ma ancora non vediamo dei miglioramenti.

Giorgio Tesi Group Pistoia – Banco di Sardegna Sassari 81-69 (14-16 / 37-31 / 56-47)

Giorgio Tesi Group: Daniel (6), Meini (2), Galanda (3), Wanamaker (15), Washington (9), Cortese (15), Evotti ne, Bozzetto (0), Gibson (11), Johnson (20). All. Paolo Moretti

Banco di Sardegna Sassari: Green M. (0), Green C. (12), Devecchi (0), Chessa (0), Diener T. (9), Vanuzzo (9), Tessitori (8), Diener D. (9), Thomas (12). All. Romeo Sacchetti

Arbitri: Taurino, Biggi e Caiazza.