Pesaro per continuare a vincere, Avellino per fermare l’emorragia

bernardo musso, pesaro

La Sidigas Avellino arriva a Pesaro cercando di interrompere il filotto di 5 sconfitte consecutive, mentre la VL cercherà di tenere a bada una Caserta che si è pericolosamente risvegliata nell’ultimo mese.

Qui Pesaro – La Consultinvest ha avuto qualche problema in settimana con qualche acciacco (Wright, Lorant e Judge) ma saranno tutti disponibili nella sfida in programma stasera. Reduce dalla bella vittoria di Varese, Pesaro vuole tenere a bada Caserta e magari risuccchiare qualche altra squadra nella lotta per la salvezza. Coach Paolini è carico per il posticipo: “Siamo belli carichi. Arriva Avellino con due ex recentissimi e molto amati… Anosike e Trasolini vorranno di certo giocare una grande partita, e quanto ad Avellino, sarà pronto e ferito dalla serie di sconfitte. Un lupo ferito è un avversario molto pericoloso da affrontare. Dovremo difendere con grande attenzione per quaranta minuti. Loro hanno un roster di prima fascia, hanno 10-11 titolari; le cinque sconfitte consecutive non devono far pensare che siano in crisi. Con Cantù hanno giocato una grande partita, segnando 30 punti nel solo primo quarto.

Qui Avellino – C’è più di qualche scricchilio sotto la panchina di Vitucci, visto che anche la tifoseria vede nel coach uno dei problemi della squadra. Tutti a disposizione, con un occhio ai due ex Anosike e Trasolini, che lo scorso anno hanno regalato una salvezza insperata alla VL. Coach Vitucci sa di avere un solo risultato, la vittoria.

La chiave tattica – Il roster di Avellino è sicuramente più profondo, ma non bisogna ignorare il netto miglioramento avuto da Pesaro durante il mercato. Wright e Lorant sanno sicuramente fare la differenza in un contesto come quello della Consultinvest e l’energia di Paolini può essere l’arma in più, sopratutto in casa. Per la Scandone è fondamentale ritrovare la calma, ma sopratutto cercare di rendere Gaines più disponibile a passare il pallone e a giocare più per i compagni. Inoltre trovare qualche punto della panchina sarà decisivo, visto che il solo Cavaliero non può essere l’unico a portare in dote canestri dal pino.

Palla a due alle 20.30, con diretta su Rai Sport 1. 

 

6 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *