Home Serie A Pesaro dura un tempo, la capolista Virtus Bologna fugge nel terzo quarto e vince 106-89

Pesaro dura un tempo, la capolista Virtus Bologna fugge nel terzo quarto e vince 106-89

0

Per l’anticipo della 21ma giornata del campionato LBA Legabasket Serie A, la capolista Segafredo Virtus Bologna abbatte al PalaDozza il fanalino di coda Carpegna Prosciutto VL Pesaro per 106-89 portandosi al momento sul +6 in classifica sulla Dinamo Sassari che giocherà domani a Trieste.

Nella serata del ricordo di Kobe Bryant – con PalaDozza illuminato in gialloviola e canotte #8 e #24 appese al soffitto – le Vu Nere vincono il match grazie a un decisivo terzo quarto. Con Frank Gaines e Stefan Markovic a riposo, dopo un primo tempo con 11 palle perse, la Virtus nel 3° quarto è scappata con la sua consueta aggressività su una Pesaro che dopo un buon primo tempo, nella ripresa non ha opposto di fatto resistenza alla fuga bianconera, 30-11 il parziale del 3° periodo e garbage time nell’ultimo quarto con partita in ghiaccio. Sette giocatori in doppia cifra, superata quota 100 e ben 30 assist di squadra nonostante l’assenza per l’appunto di Markovic per la squadra di Djordjevic, mentre Pesaro deve contemplare la 18° sconfitta su 20 gare disputate.

Cronaca del match

Prima del match viene osservato un minuto di silenzio in ricordo di Kobe Bryant. Si parte con infrazione di 24” della Virtus, infrazione di 8” di Pesaro: i numeri del Black Mamba. In avvio, equilibrio sul 7-7 dopo 4′, le Vu Nere provano il primo strappo con Devyn Marble e Ricci, la tripla di Pajola li porta sul 14-8 al 6′. Pesaro comanda a rimbalzo (8-15 la statistica nel periodo), con Totè e Eboua riduce il gap in una partita dall’alto ritmo. Teodosic dà il 25-20, Barford chiude sul 25-25 il primo quarto. Continua il break ospite con Jaylen Barford per il 25-29, risponde Teodosic con la sua sapiente regia che porta la Segafredo al 34-29 al 13′, time-out Giancarlo Sacco. La tripla di Mussini non chiude il buon momento bianconero, Hunter dà ai padroni di casa il massimo divario di +9 sul 41-32 al 15′, ma dopo la tripla di Pusica e alcune palle perse, coach Djordjevic chiama time-out, 41-35 al 16′. Non si fermano le perse in casa Virtus causa proprie distrazioni e una buona capacità difensiva ospite, Williams e Pusica danno ai marchigiani il -2 sul 41-39 al 17′, altro time-out Djordjevic. Gamble allontana momentaneamente la VL sul 44-39 ma Pesaro, nonostante un ottimo impatto di Teodosic che ne segna 8 consecutivi, non molla con i soliti due, è 52-47 all’intervallo.
Si ritorna in campo, Delia in campo per Djordjevic e la coppia Weems-Marble confeziona subito un 7-0 di break con la Virtus che scappa sul 59-47 al 22′, time-out Pesaro. La Carpegna Prosciutto cede alla maggior forza ed efficacia dei felsinei che non si voltano più indietro con la spallata che si rivelerà alla fine decisiva: +16 al 26′ sul 67-51, +18 sul 70-52, +20 sul 72-52 al 27′. Può poco la VL contro una squadra più profonda che scappa anche sul massimo vantaggio di +23 sul 79-56 con il canestro di Cournooh. 81-58 dopo tre quarti con l’appoggio di Hunter. L’ultimo quarto è un lungo garbage time e pura accademia, le Vu Nere scollinano quota 100 al canestro di Cournooh, ampio spazio per i giovani Deri e Nikolic, match che termina 106-89.

Segafredo Virtus Bologna – Carpegna Prosciutto VL Pesaro 106-89 (25-25; 52-47; 82-58)

Virtus Bologna: Deri 1, Marble 10, Pajola 7, Baldi Rossi 12, Ricci 11, Delia 6, Cournooh 13, Hunter 15, Weems 11, Nikolic 2, Teodosic 15, Gamble 3. Coach: Aleksandar Djordjevic.

Pesaro: Barford 18, Drell 6, Mussini 5, Williams 15, Pusica 14, Miaschi 4, Eboua 10, Basso ne, Thomas 3, Totè 6, Zanotti 8. Coach: Giancarlo Sacco.

Arbitri: Mark Bartoli, Denis Quarta e Marco Vita.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata