Orlandina, tornare alla vittoria e fermare la corsa di Venezia

zoltan-perl-capo-dorlando-2016-10-09

Per l’anticipo della diciassettesima giornata del campionato di Poste Mobile Serie A, seconda del girone di ritorno, si affronteranno domani domenica 29 Gennaio al PalaFantozzi di Capo d’Orlando i padroni di casa della Betaland e l’Umana Reyer Venezia. E’ una sfida importante per entrambe le due squadre: l’Orlandina vuole tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive, Venezia invece vuole confermare la seconda posizione e il buon momento che sta attraversando tra Serie A e Champions League.

Nel match di andata disputato al PalaTaliercio, la Reyer superò Capo d’Orlando 84-69 (qui la cronaca dell’incontro) con 16 di Haynes e 12 di Ejim, alla Betaland non bastarono i 18 di Archie e i 17 di Perl.

Qui Venezia

La Reyer viene dall’affermazione sul CSM Oradea in Champions League per 89-78 che ha portato gli oro-granata 2° posto finale nel girone B, ai playoff se la dovrà vedere con i lettoni del Ventspils. Tornando al campionato, 9 vinte nelle ultime 10 hanno collocato Venezia a 4 punti dietro la capolista Milano con l’unica caduta di Capodanno con Sassari. Il PalaFantozzi per la Reyer non evoca ricordi piacevoli, nei precedenti Venezia ha segnato meno di 55 punti in entrambe le occasioni con sconfitte (67-54 nel 2014-2015, 55-53 la scorsa stagione) ed anche per questo vuole spezzare la tradizione negativa delle trasferte a Capo d’Orlando. In dubbio McGee (infiammazione al piede) e Haynes ed Ejim acciaccati, ma a disposizione, per una botta all’anca e un taglio al mento.
Le dichiarazioni pre-partita di coach Walter De Raffaele.

Qui Capo d’Orlando

La formazione allenata da coach Di Carlo è reduce da due sconfitte consecutive esterne a Pesaro e a Milano ed è scesa dal 5° al 7° posto in graduatoria. I bianco-blu vorranno certamente rendere cara la pelle alla seconda in classifica, riversando nelle mure amiche del proprio palasport (dove non hanno mai perso dopo la sconfitta iniziale alla prima giornata con Milano) tutta la frustrazione accumulata negli ultimi due match persi. Il play Nikola Ivanovic avrà una settimana in più di allenamento con i compagni e questo aiuterà maggiormente l’Orlandina.
«Archie – ha esordito coach Gennaro Di Carlo in sala stampa nel presentare la partita – se non ci sono particolari problemi sarà della partita anche se non so in che condizioni arriverà. Arriviamo in condizioni diverse rispetto alla gara dell’anno scorso. Venezia rappresenta l’avvio di un nuovo corso dove partiamo da un livello alto di classifica che vogliamo mantenere e ripartire vincendo. Davanti abbiamo una squadra tosta, di talento, che ha giocato nove gare in casa e sette fuori e, di queste, ne ha vinte cinque. Venezia va rispettata ma se vogliamo ambire a certi traguardi abbiamo un solo verbo, quello di vincere». Quali saranno le chiavi? «Quanto riusciremo a fare noi e quanto saremo costretti ad adeguarci a loro; quando mantenere l’identità di gioco che ci ha consentito di ottenere questi risultati e quando invece essere più attenti con qualche accorgimento difensivo in più per arginare il loro arsenale offensivo. Mi aspetto una gara importante per la nostra squadra, vincere ci farebbe compiere un passo avanti anche a livello di mentalità. Vedo un gruppo ancora più motivato»

Palla a due a mezzogiorno, la partita sarà trasmessa da Sky Sport 1 HD

Dirigeranno l’incontro i signori Gianluca Mattioli, Mark Bartoli e Nicola Ranaudo.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *