Orlandina e Flynn, futuro insieme?

PalaFantozzi, Capo d'Orlando

Intesa nel progetto e conseguente voglia di crescere insieme, così l’ex NBA Jonny Flynn potrebbe sbarcare in Sicilia.

E’ il nome nuovo del mercato dell’Upea e potrebbe essere quello giusto per la prossima stagione, un play dal passato importante, che non è riuscito fino ad ora a concretizzare totalmente con i risultati sul parquet, quello che il talento può regalargli. 
Flynn che dovrebbe essere arrivato ormai ai dettagli con Capo d’Orlando e che dovrebbe essere ufficializzato in settimana, ha nel suo bigliettino da visita una chiamata col numero 6 al draft NBA del 2009; con la casacca dei Minnesota Timberwolves, Flynn ha chiuso la sua prima stagione in Nba (2009/2010) a 13.5 punti e 4.4 assist di media. Cifre che nella stagione successiva, sempre ai T’Wolves, sono scese a 5.3 punti e 3.4 assist; nell’ultima annata in Nba (2011/2012), ha giocato prima a Houston e poi a Portland, confermando quasi le stesse cifre dell’anno prima (4.5 e 3.3); un altalena delle prestazioni e una serie di trade che lo hanno penalizzato portandolo in giro per l’America, unite ad una condizione fisica non sempre ottimale, ha portato il play ex Wolves, a cercare fortuna e visibilità lontano dagli Stati Uniti. Prima l’Australia, poi una parantesi in Cina senza trovare spazio sul parquet a causa di un infortunio, ora l’Italia, con la possibilità di essere protagonista attraverso un minutaggio importante che possa da una parte rilanciare le ambizioni personali del giocatore, dall’altra fare le fortune dell’Orlandina e dei suoi tifosi
.

 

8 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *