Notte da record per Markoishvili e Reynolds: per Torino svanisce il sogno playoff

manuchar markoishvili, reggio emilia

Nel Monday Night della 27esima giornata la Grissin Bon vince 89-82 e mantiene accesa la fiammella playoff che per la Fiat diventano pressochè irraggiungibili. Partita che ruota attorno al sette, come le triple di Markoishvili e come le sconfitte consecutive inanellate dall’Auxilium in questo girone di ritorno.

Non basta però segnare 7 triple senza errori per guadagnare la palma di MVP che spetta indubitabilmente a Reynolds al suo career high in Serie A e autore di una doppia doppia da 29 punti e 18 rimbalzi, il quale ha sostituito più che degnamente, per usare un eufemismo, Julian Wright, non a referto per un problema alla caviglia.

Nel terzo quarto, quando Reggio, trovatasi spalle al muro, ha cambiato marcia, Reynolds è stato onnipresente, sia in difesa in cui ha limitato Pelle in uno scontro ad alta quota mentre in attacco ha letteralmente fatto il vuoto nel pitturato. La Fiat ha dovuto adeguare la sua già non irreprensibile difesa e ha lasciato spazi sul perimetro a tiratori non naturali come Chris Wright e James White che non hanno tremato e segnato i canestri nel quarto periodo che hanno dato alla Grissin Bon il vantaggio definitivo.

Non si può non sottolineare come nel terzo periodo abbia inciso in maniera pesante per la squadra di Galbiati l’uscita di Garrett, che si è accomodato in panchina quando mancavano 6′ e 29” alla fine del terzo quarto con quattro falli a carico, proprio nel momento migliore della squadra ospite che aveva raggiunto il +11 guidata da un Mbakwe pressochè infallibile (19 punti e 7/9 al tiro).

L’ex Virtus Roma nel primo tempo è stato assoluto protagonista insieme a Pelle (17 punti in due a metà match) e solo lo show balistico di Markoishvili ha consentito a Reggio Emilia di andare negli spogliatoi con uno svantaggio esiguo (42-40)

Tornato in campo nel quarto quarto l’ex Utah Jazz ha comunque provato a rimettere in piedi la partita quasi da solo (ha chiuso con 17 punti) segnando la tripla del -6 a 150” dal termine, ma l’inerzia ormai era saldamente nelle mani degli Emiliani e in particolare del georgiano ex Benetton Treviso che ha piazzato la tripla che ha chiuso definitivamente i giochi.

Impietoso il confronto fra la percentuale al tiro dai 6.75 m fra i padroni di casa e gli ospiti: 10/23 per i primi, 3/18 per la Fiat.

Torino da questa sera può iniziare a programmare la prossima stagione con tranquillità, mentre per la Grissin Bon vinto uno scontro diretto, già domenica ce ne sarà un altro, contro Cantù.

Reggio Emilia: Markoishvili 24, C. Wright 7, White 9, Reynolds 29, Candi, Della Valle 10 , Cervi 2, Dellosto, De VIco 8, Llompart. All:Menetti

Torino; Garrett 17, Vujacic 5, Jones 8, Tourè, Akoua ne, Mittica ne, Mbakwe 19, Pelle 10, Mazzola 4, Poeta 2, Washington 10, Boungou-Colo 7. All:Galbiati

7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *