Nel segno di Kevin Punter la Virtus Bologna piega Trieste 82-74

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che praticano sport, campo da basket e spazio all'aperto

Continua il momento positivo della Segafredo Virtus Bologna che centra la quinta vittoria consecutiva tra campionato e Champions League sconfiggendo l’Alma Pallacanestro Trieste per 82-74 e consolida la sua posizione in zona playoff. Match deciso di fatto nel terzo periodo con un Kevin Punter on-fire autore di quattro triple in pochi minuti che hanno fatto volare le V nere sul +23 a inizio ultimo quarto sul 70-47. Ma la deconcentrazione degli uomini di Sacripanti e la voglia di Trieste di uscire dal PalaDozza con un passivo meno pesante, ha fatto sì che gli ospiti abbiano ricucito fino al -9 a 1’30” dalla fine con la possibilità del -7 con Cittadini dalla lunetta. Ma la scarsa precisione ai liberi (7/17 alla fine) sono stati alla fine cruciali per i bianco-rossi oltre a 19 palloni buttati, troppi in un match perso di 8. La Virtus sorride per i lunghi – Moreira (ottimo esordio casalingo con 10+12) e Kravic (10+11) andati in doppia doppia – e per la vittoria contro una diretta rivale nella corsa ai playoff.

CRONACA_ Inizio in equilibrio con Moreira a prendere le redini a rimbalzo, ma Trieste con Peric prima e Sanders poi si porta sul +4, 9-13 al 7′. Black-out Alma con 7 perse in pochi minuti e la Segafredo ringrazia con l’energia e i canestri del duo Martin-Kravic per il 17-13 di primo quarto. Cappelletti e Martin continuano l’inerzia delle V nere, Trieste però non molla con Peric e Knox, è 27-25 al 17′. La garra di Punter e Pajola fanno la differenza almeno nel frangente, e nonostante un 0/4 ai liberi, la tripla di Punter porta i padroni di casa sul +8, è 35-27 dopo i primi 20′ di gioco.
Le V nere toccano il +10 con Punter al 23′, poi ci pensa Moreira tra le due metà campo a sostenere l’attacco virtussino, M’Baye su assist del pivot angolano porta i bianco-neri sul 50-36 al 26′. Si accende Kevin Punter e son dolori per l’Alma: 4 triple del n° 0 virtussino conducono le V nere sul +20, Fernandez ci prova a non mollare ma è +21 Segafredo dopo 30′, 66-45. Toccano il +23 i padroni di casa con la schiacciata di Baldi Rossi e lo 0/4 di Strautins ai liberi sembra proprio un segnale che per i giuliani non è serata, ma Cavaliero fa toccare il -18, 70-52 a 6’08”, campanello d’allarme per coach Sacripanti che chiama time-out. La gestione Virtus si complica in un complicato garbage time perchè Trieste con le triple di Fernandez e Strautins (due di seguito per il lettone) si porta a -12 a 3’27”. E’ incredibilmente -9 Alma a 1’30”. Taylor la perde, e poco dopo fa il quinto fallo. Cittadini ha i liberi del -7 ma fa 0/2 e allora la partita è finita davvero. 82-74, con tripla finale di Strautins.

MVP BasketItaly.it: Kevin Punter.

Segafredo Virtus Bologna – Alma Pallacanestro Trieste 82-74 (17-13; 35-27; 66-45)

Virtus Bologna: Punter 23, Martin 8, Moreira 10, Pajola 1, Taylor 5, Baldi Rossi 5, Cappelletti 2, Kravic 11, Venturoli ne, Aradori 5, Berti ne, M’Baye 12. Coach: Stefano Sacripanti.

Trieste: Coronica ne, Peric 9, Fernandez 12, Wright 5, Strautins 9, Cavaliero 13, Da Ros, Sanders 4, Knox 6, Dragic 4, Mosley 12, Cittadini. Coach: Eugenio Dalmasson.

Arbitri: Manuel Mazzoni, Guido Giovannetti e Gianluca Calbucci.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata