fbpx

Natale in Bianconero: la Virtus demolisce la Fortitudo con un super Kyle Weems

Natale dolcissimo per le Vnere che asfaltano i concittadini della Fortitudo, portano a casa il primo derby in serie di questo decennio ormai agli sgoccioli. I numeri del successo Virtus sono imbarazzanti: Markovic e Teodosic entrambi in doppia cifra di assist ma soprattutto 32 punti per Kyle Weems, con 13/16 dal campo. Dall’altra parte oltre alla doppia doppia di Sims ed una prova di cuore di capitan Cinciarini ben poco, se non tanta confusione. Finisce 94-62: un +32 senza appello

Il primo tempo è un monologo in crescendo dei padroni di casa, che guidati magistralmente dai due serbi, ed in particolare Stefan Markovic, che agisce da vero e proprio direttore d’orchestra sfornando assist a profusione. La Fortitudo è in bambola sia in attacco (imbarazzante il 2 su 13 dall’arco nei primi 20 minuti) che in difesa, dove le Vnere corrono e si muovono come una sinfonia. In questa sinfonia uno degli uomini chiave è Kyle Weems, che impiega meno di due quarti per aggiustare il proprio season high sbagliando solo 2 tiri dall’arco. Di fronte, deludono le due stelle biancoazzurre: Henry Sims, che si sveglia tardi, ma soprattutto Leunen, che sbaglia tutto ciò che si può sbagliare. All’intervallo lungo è già +21.

Nel secondo tempo cambia poco, anche se nel terzo quarto la Fortitudo ha un moto d’orgoglio e azzecca, grazie anche alla doppia doppia di Sims, un parziale di 6-0 che riporta lo svantaggio sotto i 20 punti. Il problema è che la Virtus è I suoi top player accelerano e decidono il ritmo della partita a piacimento, riportando a 22 i punti di vantaggio alla fine del terzo periodo.

Se qualcuno poteva pensare al miracolo nell’ultimo quarto, deve fare i conti con il signor Kyle Weems che non riesce a sbagliare canestri, segnando da ogni parte e trasformando gli ultimi 10 minuti in puro showtime.

Il derby torna in serie A, un regalo di Natale che la metà bianconera di Bologna potrà godersi per un bel po’.