Home Serie A Moretti e Banchi commentano gara 4, ma la testa è già sulla decisiva gara 5

Moretti e Banchi commentano gara 4, ma la testa è già sulla decisiva gara 5

0

Stati d’animo completamente contrapposti nel dopo gara 4 di Giorgio Tesi Pistoia-Ea7 Milano per i due coach Moretti e Banchi,  e non potrebbe essere altrimenti visto la doppia vittoria consecutiva interna dei pistoiesi, che sono riusciti nel clamoroso obiettivo di portare la fortissima compagine milanese alla decisiva gara 5 di domani al Forum di Assago. Partiamo con l’amareggiato coach Luca Banchi,

deluso per la gestione della seconda parte di gara dei suoi giocatori, e per l’eccessivo nervosismo dimostrato nei momenti decisivi della partita: “Primo tempo giocato con grande autorevolezza, poi come accaduto  in gara 3 abbiamo avuto un avvio problematico di terzo quarto coinciso con una grande prova balistica dei nostri avversari e con i nostri problemi di falli. Nel quarto finale abbiamo sbagliato alcuni buoni tiri ed abbiamo consentito il rientro dei nostri avversari , rivelatosi poi decisivo. Stasera siamo ricaduti in alcuni episodi di frustrazione , frutto di un escalation emotiva arrivata da gara 3, ma non dovevamo dare l’occasione a ciò di accadere, come il fallo antisportivo commesso da Lawal nel finale. Per gara 5 dovremo essere bravi a gestire queste 4 ore di vigilia, dovremo quindi rigenerare le nostre energie e giocare con maggiore precisione”. Coach Paolo Moretti, invece, dal canto suo non può nascondere la felicità e la soddisfazione per l’impresa dei suoi giocatori capaci di raggiungere la decisiva gara 5 contro la favoritissima Milano: “Sono davvero orgoglioso e felice, sinceramente temevo Milano per la sua voglia di reagire dopo la sconfitta in gara 3, e temevo che ci scappasse già a partire dal primo quarto, ma non è stato così grazie ad un ottimo nostro primo quarto. La tempesta è arrivata nel secondo quarto, quando abbiamo avuto pessime percentuali al tiro ed abbiamo perso molte palle, ma grazie alla determinazione, allo spirito dei miei, al pubblico che non ci ha mai abbandonato siamo tornati sotto ed abbiamo addirittura vinto. Non so come spiegarlo posso dirlo solo attraverso degli aggettivi:  i miei ragazzi sono stati incredibili fantastici.  Devo fare i complimenti ai miei giocatori per averci regalato un’altra partita, anche se la affronteremo con tante incognite per i problemi muscolari che si porta dietro Wanamaker, e per la spade di Damocle sulla testa di Washington dopo l’espulsione di questa sera.  Banchi dice che questa serie si presentava equilibrata alla vigilia? Io di certo non me l’aspettavo, per gara 5 dovremo contarci e valutare le nostre condizioni fisiche, giocheremo con una difesa tattica e cercheremo di essere efficaci in attacco”. Entrambi i tecnici sono già proiettati quindi a gara 5, alla quale ci arriva con un pesante fardello psicologico di chi non può assolutamente sbagliare l’Olimpia Milano, ma con sicuramente tante più energie fisiche da mettere sul campo dopo 10 giorni di estenuante battaglia contro i pistoiesi; quest’ultimi invece avranno dallo loro il vantaggio emotivo del non avere nulla da perdere, quindi caricati dal punto di vista mentale ed emotivo, ma con  meno energie fisiche da mettere in campo, almeno sulla carta, rispetto agli avversari.