Home Serie A Milano vuole chiudere in bellezza. Pistoia ha ancora speranze di play off

Milano vuole chiudere in bellezza. Pistoia ha ancora speranze di play off

0

milano

Ultima di campionato con stato d’animo diametralmente opposto fra Milano e Pistoia. Per i lombardi, ormai certi della prima posizione nella griglia play off, questa partita servirà probabilmente a dare minutaggio a quei giocatori meno impiegati da Banchi durante la stagione e per far respirare i cosiddetti “titolari”. Per Pistoia è l’ultimissima possibilità per entrare nelle prime otto, dopo la brutta sconfitta casalinga contro Varese di domenica scorsa che ha notevolmente pregiudicato i piani della società del presidente Maltinti. Proprio la gara contro i varesini ha lasciato strascichi polemici, con alcuni fischi che la dirigenza non ha digerito ed alcune esternazioni proprio di Roberto Maltinti, che poco sono piaciute ai tifosi.

 

 

Milano in casa ha sempre vinto stracciando qualsiasi avversario (addirittura 50 punti di scarto con Reggio Emilia) e “soffrendo” solamente con Caserta, gara vinta per 78-71 per il minor scarto casalingo della stagione. La squadra è in grande salute, a parte un piccolo problema al ginocchio per Ragland, che comunque sarà regolarmente in campo. L’Armani vorrà sicuramente chiudere in bellezza la stagione, ma gli uomini di Banchi non vorranno nemmeno rischiare nulla a livello fisico, per cui sono previste ampie rotazioni.

 

La scelta di Paolo Moretti e della società di cambiare completamente il roster dello scorso anno, non ha pagato molto ed a fronte di una salvezza raggiunta con tranquillità, la squadra ha palesato troppi alti e bassi ed è stata accusata di non aver messo abbastanza cuore in tutte le gare. Certamente non si è creato quell’affiatamento fra pubblico e squadra che lo scorso anno aveva permesso ai biancorossi di mettere addirittura paura proprio a Milano, costringendola ad una infuocata gara 5. Ariel Filloy e Valerio Amoroso non hanno mai tradito, mentre il gruppo degli americani sta lasciando un ricordo forse impalpabile, eccezion fatta per qualche buona gara di Gilbert Brown e la comunque positiva annata del rookie Langston Hall. Quindi questa è l’ultimissima occasione per dimostrare ai tifosi che il gruppo c’è e soprattutto l’ultima speranza per non terminare il campionato in Lombardia.

Domenica c’è anche da segnalare la festa dell’Armani Junior, che coinvolgerà 2000 fra ragazzi e ragazze tra gli 8 e i 15 anni, tutto dentro al Mediolanum Forum e nei campi che verranno allestiti all’aperto. 450 partite per 180 squadre iscritte ai tornei e 50 delle società affiliate all’Armani Junior Program, per questa edizione che inizierà alle ore 9 di domenica e si concluderà alle 15, due ore e mezzo prima dell’inizio di EA7-Pistoia.