Home Serie A Milano vince ancora a Sassari e vola in finale!

Milano vince ancora a Sassari e vola in finale!

0

gani lawal, milano

Sassari ancora con Devecchi in quintetto, Milano orfana di Hackett parte con Jerrels e Langford nei 5, con Gentile in panca. Milano priva di Hackett cerca gli isolamenti con Langford, Sassari soffre a rimbalzo e non costruisce in attacco, Sacchetti prova allora ad abbassare il quintetto con la coppia T.Diener M.Green in campo contemporaneamente dal primo quarto. L’Olimpia allunga grazie all’efficacia offensiva di Samuels, costantemente servito in post basso, Sassari riacciuffa il pareggio a quota 14, ma subisce poi il parziale di 8-0 che Milano costruisce con le triple, grazie ad un positivo Melli e all’ingresso di Gentile presente anche a rimbalzo (conteggio totale che dice 5 Dinamo, 14 Olimpia), primo quarto che si archivia sul 16-24. Milano allunga sul +12 e il pubblico del PalaSerradimigni sbianca davanti all’infortunio di T.Diener che dopo un crossover ai danni di Langford si accascia prima dolorante in campo e poi raggiunge gli spogliatoi su una gamba sola, mentre Lawal violenta la difesa biancoblu, arrivando a segnare il +17, 19-36 a 6′ dalla sirena del secondo quarto. Sassari trova una timida reazione con D.Diener, ma la poca presenza a rimbalzo favorisce ancora una volta gli ospiti che volano al massimo vantaggio, +21. Sassari è imprecisa anche dalla lunetta e la Ea7 continua ad allungare, la Dinamo prova con Devecchi a intensificare la difesa, Langford risponde con la tripla del nuovo +20 e la prima metà di gara si archivia sul 33-54 a favore Olimpia. Il conteggio dei rimbalzi, dice 27 Milano 8 Sassari con i punti da seconda opportunità per l’Ea7 che indicano quota 20, la vera forza degli ospiti in questa gara6. Sassari prova il quintetto mignon in apertura di terzo quarto, Milano approfitta del vantaggio fisico e firma il massimo vantaggio a quota 25, con Sacchetti che richiama in panchina un claudicante T.Diener rientrato dopo l’infortunio, con l’Olimpia sempre precisa dalla lunga distanza. L’ambiente si surriscalda e arriva il tecnico per Samuels che consente a Sassari di riportarsi a -20, con Thomas protagonista di un lungo duello con Gentile. Il quarto si chiude con Sassari a -19 53-72 Per ogni accorgimento difensivo Sassarese, Milano trova una soluzione in attacco, continuando il dominio a rimbalzo, con la triple di Jerrels ed un indemoniato Langoford a chiudere passo dopo passo la gara. Sassari si riavvicina soltanto al -20, l’Olimpia è brava sempre a ricacciare indietro i padroni grazie al tiro dalla lunga con Jerrels mortifero. A condannare Sassari arriva poi il tecnico di Thomas, con Milano che riesce a gestire il vantaggio, nonostante l’ultima reazione d’orgoglio biancoblu a 3′ dalla fine che vale però solo il -19. Inizia il garbage time a 2′ dalla fine, Sacchetti concede la passerella ai suoi, il PalaSerradimigni ringrazia i suoi giocatori per la grande stagione e Milano approda in finale, dopo una bella prova d’autorità. Finisce 72-95 , si chiude la serie 4-2 per l’Olimpia.

MVP: Gani Lawal, ritrovato dopo dei Playoffs completamente anonimi. 17 punti 8 rimbalzi e un solo errore dal campo. Determinante nel dominio a rimbalzo dei milanesi che ora sperano di averlo ritrovato in tempo per la finale

Sassari: M.Green 6; C.Green 17; Devecchi ; Chessa; Gordon 16; T.Diener; Sacchetti 5; D.Diener19; Vanuzzo; Eze3;Tessitori ; Thomas 10

Milano: Gentile 11; Cerella; Melli 9; Deane 2; Restelli; Kangur 3; Langford 24; Samuels 12; Toure; Lawal 17; Moss 5; Jerrels 12