Milano soffre con Pistoia ma la spunta nello stillicidio dei tiri liberi

samardo samuels, milano

Partita tirata fino all’ultimo secondo con un finale che non regala spettacolo, anzi fracamente uno stillicidio di liberi abbastanza noioso, soprattutto perchè ininfluente a causa della vittoria di Cantù. Pistoia quindi saluta il sogno playoffs perdendo 78-77 a testa altissima sul campo dei campioni d’Italia inviolato in questa regular season. Milano come previsto fa ampia rotazione dei suoi concedendo minuti a Elegar e Kleiza e il lituano risponde bene con 19 punti e anche una buona difesa. Pistoia tiene sempre il passo dei milanesi e conduce anche per tratti la partita grazie a Cinciarini e Amoroso e l’ex Filloy che dall’arco non perde occasione per punire la sua ex squadra.

Ma nel finale fatto di tanti errori ai liberi è Milbourne che perde il pallone decisivo compiendo infrazione di passi trasformando la bella prestazione pistoiese in una beffa amara per i propri tifosi. 
Milano mantiene imbattuto il proprio campo e ai quarti troverà Bologna, già battuta qualche settimana fa, ma si sa i playoffs sono un’altra storia.

MVP: Samardo Samuels, 19 punti 7 rimbalzi  con 7/9 da 2 e 1/1 da 3. Semplicemente dominante come in tutto il campionato il centro Jamaicano è incontenibile per tutti i pariruolo e le percentuali dal campo sono semplicemente favolose

Ea7 Milano: Ragland 3, Brooks 8, Gentile 13, Gigli ne, Cerella, Melli, Kleiza 19, Elegar 6, Hackett 2, Samuels 19, Tabu, Moss 8.
Gtg Pistoia: Easley 6, Brown ne, Cinciarini 15, Williams 8, Moretti ne, Milbourne 7, Filloy 16, Amoroso 18, Magro 2, Hall 5

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *