Milano sbanca l’Allianz Dome, battuta un’orgogliosa Trieste 73-77

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono

Non basta un cuore infinito all’Alma Pallacanestro Trieste. La formazione giuliana allenata da Eugenio Dalmasson, dopo il 12-0 di parziale del secondo quarto, culla a lungo l’impresa storica contro la capolista e i campioni d’Italia in carica dell’A|X Armani Exchange Olimpia Milano, ma il 5/6 dall’arco di Curtis Jerrells spacca la gara, anche in una serata senza luci di Mike James. L’Olimpia pareggia il record del girone d’andata della Mens Sana Siena con 14 vittorie e 1 sconfitta, l’Alma saluta il sogno Final Eight (la Virtus Bologna ringrazia) ma si è confermata, se c’erano bisogno di conferme, squadra di cuore e livello. 73-77 il finale.

CRONACA_ In un Allianz Dome sold-out e trabocco d’entusiasmo l’Olimpia non si fa intimidire con l’inizio positivo di Gudaitis e Fontecchio, 5-13 dopo 6′, time-out Dalmasson. Milano tocca il +9 con la tripla di Bertans, per Trieste Wright e il neo-arrivato Dragic limano il passivo, ma James (5 assist nella prima frazione) e Della Valle chiudono il primo quarto sul 13-23. E’ +12 il vantaggio degli ospiti sul 15-27, Peric con la collaborazione di Mosley cerca di dare animo e fiducia ai compagni per il -6 alabardato, 21-27 al 14′, Pianigiani decide di spendere time-out. Il gran momento dell’Alma non si ferma e raggiunge il pareggio a quota 27 con il 2+1 di Cavaliero, 12-0 di break. La risposta di Milano non si fa attendere, Jerrells si accende con due triple in fila a cui risponde Cavaliero. Bertans e Brooks danno il +2 ospite, ma il primo tempo si chiude 35-36 a favore dell’ A|X Armani Exchange con Knox prima, Fernandez poi, a fallire il sorpasso giuliano.
Si ritorna in campo e Peric firma il vantaggio Alma dal 2-0 iniziale, Milano sbanda in attacco e Trieste ne approfitta con Peric e Knox andando sul 41-36 dopo 24′, time-out Pianigiani. Bertans porta il -1 ospite sul 44-43 al 26′, le triple di Fernandez e Cavaliero danno un +8 casalingo che fanno esultare il pubblico di Trieste, ma i liberi di Della Valle e Kuzminskas danno un -3 importante per l’Olimpia, Mosley con ½ dalla lunetta dà il 56-52 con cui si chiude il terzo quarto. Ultimo periodo. Mosley prima, Knox dopo, danno il +6 casalingo a 6’51” dalla fine, ma un canestro di Jerrells e una brutta palla persa di Knox fanno chiamare un campanello d’allarme a Dalmasson che chiama time-out, 62-58 a 6’20” dal termine. Dalla lunetta Cinciarini e Gudaitis firmano la parità a 5’28”. Milano continua a produrre numerosi viaggi in lunetta grazie a continue penetrazioni in area colorata, ma Trieste non molla e risponde colpo su colpo. Da Ros dà il +3 ma Jerrells mette la tripla del nuovo pari, 66-66 a 4’12”. Sanders la mette dai 6.75, ma Cinciarini e Gudaitis rispondono per l’Olimpia, 69-70 a 2’17”. Finchè arriva l’ultimo squillo di Trieste con Knox a 2′ dalla fine, poi Milano decide di prendere le redini del match grazie alle triple prima di Bertans e poi di Jerrells per il 71-76 con 1′ da giocare. Gudaitis stoppa Wright e le speranze dei giuliani, ma Peric in contropiede a 17”2 mette il canestro del 73-76. Per Mike James basta metterne ½ dalla lunetta per chiudere il match con successiva rubata su Sanders nell’ultimo tentativo dell’Alma. Finisce 73-77.

MVP BasketItaly.it: Curtis Jerrells.

Alma Pallacanestro Trieste – A|X Armani Exchange Olimpia Milano 73-77 (13-23; 35-36; 56-52)

Trieste: Coronica ne, Peric 10, Fernandez 5, Wright 7, Strautins, Cavaliero 9, Da Ros 4, Sanders 8, Knox 14, Dragic 2, Mosley 14, Cittadini ne. Coach: Eugenio Dalmasson.

Milano: James 4, Gudaitis 11, Bertans 14, Fontecchio 5, Tosi ne, Kuzminskas 4, Cinciarini 6, Burns 2, Brooks , Jerrells 19, Omic 2, Della Valle 7. Coach: Simone Pianigiani.

Arbitri: Roberto Begnis, Guido Federico DI Francesco e Martino Galasso.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata