MIlano per la vetta in solitario, Pesaro per la salvezza

wally judge, pesaro, palla a due, ed daniel, varese, PALLACANESTRO VARESE vs PESAROLa 13° giornata di ritorno del campionato di Serie A Beko vede scontrarsi l’Olimpia Milano e la Consultinvest Pesaro. Le due squadre arrivano a questa sfida con umori completamente diversi: se da un lato Pesaro è reduce da un’ottima prestazione nella vittoria contro l’Orlandina, che ha avvicinato sempre di più la salvezza, l’Olimpia Milano arriva da due sconfitte nelle ultime due gare disputate che hanno messo a serio rischio il primato della Regular Season che fino a poche settimane fa sembrava ormai messo in cassaforte. La partita si giocherà al Forum domenica 17 aprile alle ore 18,15.

Qui Milano:

L’Olimpia Milano arriva all’impegno contro Pesaro da due sconfitte consecutive nelle ultime due uscite e il morale non sembra dei migliori e ad aggravare la situazione ci sono le assenze del capitano Gentile e del pesarese Cinciarini. Milano vuole staccare Reggio Emilia in campionato; le due squadre attualmente sono appaiate in cima alla classifica a 40 punti ma l’Olimpia è davanti per gli scontri diretti.

Qui Pesaro: 

Pesaro è reduce dall’importantissima vittoria contro Capo D’Orlando e vede sempre più vicina la salvezza, purtroppo i numerosi infortuni, primo su tutti quello di Vuelle, potrebbero penalizzarla in quanto deve affrontare la squadra con il roster più lungo dell’intero campionato. Coach Paolini esprime così le sue preoccupazioni: “Ho passato la settimana più a colloquiare con lo staff medico che con la mia squadra! La stessa amichevole con Recanati, pur molto utile, l’abbiamo giocata senza due giocatori. Comunque i ragazzi hanno voglia di fare una bella partita a Milano. Non penso ad un’avversaria in crisi, ci mancherebbe: sono uno squadrone, hanno un roster di 13 giocatori. Noi andiamo ad affrontarli cercando di fare il meglio possibile. Mi aspetto da loro una difesa molto aggressiva, stile Eurolega, e noi dovremo essere bravi a non farci innervosire e a cercare di superarla con velocità e talento. La nostra squadra comunque ha fatto molto sin qui: 22 punti sono tanti, da anni non si raggiungeva un numero così alto di vittorie. Complessivamente sono soddisfatto, ci mancano un paio di vittorie per chiudere nel modo migliore”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *