Milano ospita la sorpresa Sassari: il preview

L’Olimpia Milano reduce della brutta sconfitta in Eurolega, è pronta ad accogliere la Dinamo Sassari, reduce dalla “bella” sconfitta in Eurocup contro la Stella Rossa, una sfida ricca di motivazioni che vede proprio nella voglia di riscatto di entrambe uno dei punti più interessanti della gara, il tutto in diretta TV nazionale.

Entrambe arrivano da una vittoria in campionato, entrambe arrivano da una sconfitta in coppa, entrambe hanno voglia di riscattarsi, solo una porterà i due punti in classifica e il risultato non è per niente scontato, Milano vs Sassari sarà una partita complicata in cui, peserà molto l’atteggiamento mentale, forse anche più di quello tecnico, proviamo ad analizzare quelli che saranno i temi tattici della gara.

Come arriva Milano.

La EA7 si presenta sul parquet di casa dopo la sconfitta subita giovedì in Eurolega contro il CajaLaboral, sconfitta che è arrivata subendo una rimonta di 15 punti e non riuscendo a costruire un tiro degno di nota nel finale, una beffa pesante per i tifosi che questa stagione ne hanno subito parecchie e mormorano sempre di più, il tutto avviene in un ambiente di squadra che non è dei più sani e che non fa esprimere per niente bene le qualità di un gruppo, che sulla carta potrebbe tranquillamente essere appaiata in classifica agli ospiti Sassaresi; il fatto che Scariolo abbia lasciato il suo incarico con la nazionale Spagnola non ha fatto crescere la concentrazione della squadra e non è detto che a farsi sentire di più al Mediolanum Forum Domenica sera, possano essere i tifosi di casa. Per quanto concerne il bollettino medico, Alessandro Gentile ha saltato la gara di Eurolega per non forzare i tempi di recupero, sarà probabilmente a referto ma non è certa la sua presenza in campo.
Come arriva Sassari.
Il Banco di Sardegna è con Varese la sorpresa di questa stagione, una partenza sprint in campionato, qualche soddisfazione in Eurocup e nonostante un intenso sforzo fisico per reggere tutti gli impegni, è arrivata la consapevolezza di potersela giocare alla pari con la Stella Rossa, segno di una crescita a livello mentale all’interno di tutta la squadra. Il cammino in Eurocup si è un po’ complicato ma le speranze di qualificazione sono ancora tutte aperte e dipenderanno solo dai propri risultati, nel frattempo è arrivata una risposta splendida dal pubblico e la trasferta di Milano arriva forse nel momento giusto per ritrovare la carica di inizio campionato. Tutti abili e arruolati gli uomini di Sacchetti, che più di altri vuole fare bella figura.

La partita:
Il roster di Milano è per qualità, più profondo di quello di Sassari, proprio la possibile variabilità tattica degli uomini di Scariolo può essere l’arma in più per scardinare la difesa della Dinamo; analizzando i quintetti classici delle due squadre troviamo subito una bella sfida fra i due play, da una parte il capitano Omar Cook e dall’altra il miglior assist man Travis Diener. Una sfida inedita, che vede due stati di forma diametralmente opposti, per lo meno in fase di regia, Cook ha sollevato qualche polemica per la sua condotta di gara e non è detto che Stipcevic non possa prendergli qualche minuto in più da subito, in ogni caso le qualità del playmaker non sono in discussione anche se l’ago della bilancia pende verso le capacità in regia di TD12, Cook dovrà essere bravo a limitare i mille occhi del cervello pensante della Dinamo che la scorsa Domenica ha superato i 1000 punti in LegaA  e vive un momento di forma davvero buono; una delle soluzioni offensive preferite dal genio di Fond du Lac è quella del pick and roll con Tony Easley, centro atletico e verticalista della Dinamo, che si troverà di fronte Bouroussis. La sfida sarà fra due scuole di gioco molto differenti, Easley ama giocare vicino a canestro, ultimamente ha fatto vedere un ottimo uso del piede perno e la sua velocità di gioco potrebbe mettere in crisi il possente pivot greco, d’altro canto però ha sempre sofferto la fisicità dei lunghi avversari, patendo spesso in difesa chi è più pesante di lui, cosa che Bouroussis è in grado di sfruttare alla perfezione. Spesso la Dinamo per ovviare a questa sofferenza vicina ai tabelloni si è affidata all’ex di turno, capitan Vanuzzo e ultimamente ha ottenuto delle buone risposte anche da Diliegro, ottimo in Eurocup; la panchina di Milano offre nel settore lunghi delle soluzioni qualitativamente più vantaggiose, con Hendrix possibile protagonista, qual’ora Easley si dimostrasse troppo rapido per Bourossis, oppure Chiotti, qual’ora fosse la fisicità vicino a canestro la chiave giusta per far male alla difesa ospite.
Sempre per quanto riguarda il settore lunghi, sarà molto bella la sfida europea fra Fotsis e Ignerski; sfida che sarà caratterizzata dalle responsabilità diverse all’interno della squadra, Ignerski è più finalizzatore di Fotsis, ma dovrà fare comunque molta attenzione al suo tiro da tre, inoltre non sarà da sottovalutare i minuti che verranno concessi a Melli, che nell’ultimo periodo per la sua grinta è forse il giocatore delle scarpette rosse più apprezzato dal non contentissimo pubblico Milanese, ancora una volta sarà la profondità del roster di casa a poter essere condizionante, anche se le trasferte vittoriose di Sassari, sono arrivate proprio grazie alle prestazioni sorprendenti della panchina.
Sassari è solita cercare il canestro dalla lunga distanza, ultimamente quando questa soluzione offensiva non è stata fruttifera, si è scelto di utilizzare di più il gioco in post basso, questo è possibile anche grazie alle qualità dell’eterno Thornton; la sfida per lui sarà principalmente con Malik Hairston, entrambi ex Siena, probabilmente sarà una delle sfide più piacevoli da osservare per gli amanti della tecnica, Hairston è un giocatore dal fisico possente ma allo stesso tempo atletico, è capace di sfruttare questo suo fisico per andare vicino a canestro, rispetto alle scorse stagioni pecca nel tiro dalla lunga distanza, in questo caso Thornton presumibilmente, proverà proprio a tenerlo lontano dal pitturato e nonostante il gap fisico ha dalla sua l’esperienza, che gli ha permesso già più volte di sopraffare avversari fisicamente migliori, staremo a vedere.
Gli starting five più utilizzati, si chiudono con Drake Diener da una parte e Keith Langford dall’altra, Langoford è il miglior realizzatore della EA7, arriva dai 30 punti segnati contro Montegranaro ed è il miglior tiratore di liberi del campionato (1 solo errore su 27 tentativi), un dato non da poco, perché una delle possibilità di Langford, sarà proprio quella di attaccare frontalmente la guardia di Fond du Lac proprio per ottenere punti o falli da convertire in canestri dalla linera dei 5,80, Drake Diener però si è dimostrato capace, dopo che lo stesso Sacchetti ne aveva parlato in conferenza stampa, di essere migliorato nella difesa uno contro uno e la buona prova di Eurocup su questo lato ne è stata la conferma; anche lui è capace di attaccare frontalmente il proprio avversario, prediligendo però la linea di fondo come terreno di caccia, inoltre le sue medie realizzative dalla lunga distanza sono in crescita. Insomma un’altra bella sfida all’interno della gara, senza dimenticare gli altri protagonisti che vengono dalla panchina, in particolare in questo caso Devecchi, che ha già dato modo di poter far crescere vertiginosamente le qualità difensive quando è stato chiamato in causa sulle guardie o ali piccole avversarie.
Proprio le panchine avranno un ruolo cruciale, i “piccoli” di Milano possono far male e solo i nomi fanno paura con Basile in testa e a seguire Giacchetti che ha fatto molto bene nell’ultima di campionato contro Montegranaro, dall’altra parte Vanuzzo ha dato di modo di poter fare molto bene a livello difensivo quando la partita sipone sul piano fisico e Pinton in regia contro Milano ha sempre fornito prestazioni da appalusi, senza dimenticare la recente buona prova di Brian Sacchetti in Eurocup.
La gara è quindi ricchissima di temi tattici interessanti anche se è probabile che sarà il piano fisico a prevalere sul gioco in velocità che la Dinamo ama, o per lo meno quello che tenterà Scariolo di impedire alla squadra di Sacchetti; la palla a due sarà alzata dai signori Chiari, Quacci e Chiaiazza e per chi non sarà a Milano al coperto del Mediolanum Forum, sarà possibile seguire la gara sugli schermi di RaiSport in diretta nazionale a partire dalle 20:00 di Domenica 2 Dicembre.

Milano per ritrasmettere fiducia al proprio pubblico
Sassari per creare una tradizione vincente in Lombardia

BasketItaly.it – riproduzione riservata.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *